La caffeina come coadiuvante analgesico per il dolore acuto negli adulti.

5706

Il ruolo della caffeina come coadiuvante analgesico per il dolore acuto negli adulti è stato discusso per molti anni. L’analgesia da caffeina è meglio spiegata a livello chimico, in quanto è un’antagonista dell’adenosina. Studi recenti hanno confermato un profilo di tollerabilità favorevole della caffeina se consumata in quantità normali (300mg al giorno o circa 3 tazze di caffè al giorno. Nel senso che mettendo sulla bilancia i rischi e i benefici, sicuramente il rapporto rimarrebbe favorevole per i benefici.

In questo studio la caffeina è stata aggiunta ai comuni analgesici come il paracetamolo, l’ibuprofene e l’aspirina, nella convinzione che essa possa migliorare l’efficacia analgesica. Le prove a sostegno di questa credenza sono spesso limitate sulla base di raffronti validi. Così molto semplicemente si è valutata l’efficacia relativa di una singola dose di un analgesico più la caffeina, contro la stessa dose di analgesico da sola, entrambe nel trattamento del dolore acuto.

Due revisori hanno valutato in modo indipendente l’ammissibilità e la qualità degli studi e dei dati estratti. Eventuali disaccordi o incertezze sono state risolte dalla discussione con un terzo riesame dello studio. I partecipanti sono stati 4262 e gli studi sono stati generalmente di buona qualità metodologica, utilizzando disegni standard e scale standard per la misurazione del dolore. I farmaci più utilizzati sono stati il paracetamolo e l’ibuprofene, con un’aggiunta di caffeina dai 100mg ai 130mg e le condizioni di dolore acuto più comunemente studiate sono state per mal di denti, mal di testa e dolore post-partum.

I risultati hanno verificato un piccolo ma statisticamente significativo beneficio con la caffeina usata a dosi di 100 mg o più, che non era dipendente dalla condizione di dolore o il tipo di analgesico. Gran parte dei partecipanti ha ottenuto un buon livello di abbassamento del dolore (almeno del 50% in massimo sei ore) con l’aggiunta di caffeina al farmaco. In conclusione questo studio afferma che l’aggiunta di caffeina (≥ 100 mg) ad una dose standard di analgesici comunemente utilizzati fornisce un piccolo ma importante aumento del sollievo dal dolore.

English Abstract

Potrebbe interessarti:

  1. Quanto spesso le patologie di collo e spalla si confondono l’una con l’altra?
  2. Evidenze sul mal di testa indotto dall’assunzione di bevande alcoliche.
  3. La black medicine: uno studio osservazionale sull’acquisto del caffè dei medici sul posto di lavoro.
  4. Ultimi articoli

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here