Muscolo Piriforme e Sindrome del Piriforme

18624
Il muscolo piriforme (musculus piriformis) presenta una forma triangolare. Unisce la superficie interna (o faccia pelvica) dell’osso sacro al femore ed è classificato tra i muscoli rotatori esterni dell’anca.
Origina dalla faccia pelvica dell’osso sacro, nella regione posta a lato del secondo, terzo e quarto foro sacrale anteriore, e dal margine della grande incisura ischiatica. I fasci muscolari, dopo essere usciti dalle piccole pelvi attraverso il grande foro ischiatico (delimitato dal legamento sacrotuberoso e, sull’osso coxale dal margine osseo compreso tra la spina iliaca postero-inferiore e la spina ischiatica), si inserisce all’estremità superiore della superficie interna del grande trocantere del femore. È un abduttore dell’anca.
La sua azione è massima a 60° di flessione di anca quando perde le sue componenti di rotazione che sono: rotazione esterna prima dei 60°, rotazione interna dopo i 60° di flessione. Facendo punto fisso sul femore inclina contro-lateralmente il bacino e lo porta in retroversione. Svolge un ruolo importante nella stabilizzazione dell’articolazione dell’anca.
Il muscolo piriforme è innervato da un ramo del plesso sacrale (L5, S1 e S2).

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here