Efficienza neuromuscolare del vasto laterale e del bicipite femorale in individui con lesione del legamento crociato anteriore.

4090
L’obiettivo di questo studio è stato quello di analizzare la forza e i dati dell’elettromiografia integrata (IEMG) al fine di determinare l’efficienza neuromuscolare (NME), del vasto laterale (VL) e del bicipite femorale (BF) in pazienti con una lesione del legamento crociato anteriore (LCA), durante il periodo pre-operatorio e post-operatorio; e per confrontare il ginocchio lesionato in questi due periodi, utilizzando l’arto controlaterale come controllo.
 In questo modo sono stati raccolti, nel corso di tre contrazioni isometriche massime nei movimenti di estensione e flessione di ginocchio, i dati riguardanti l’EMG e la resistenza del BF e VL. Il protocollo di valutazione è stato applicato prima dell’operazione e due mesi dopo l’operazione, ed è stata valutata l’NME dei muscoli BF e VL.
Non c’è stata differenza nell’NME del muscolo VL prima e dopo l’operazione. D’altra parte, nel muscolo BF dell’arto di controllo è stato riscontrato un aumento dell’NME a due mesi dopo l’intervento chirurgico.
L’NME fornisce una buona stima della funzionalità muscolare, perché è direttamente correlata alla forza muscolare e alla capacità di attivazione. Tuttavia, i risultati hanno indicato che a due mesi dopo la procedura di ricostruzione del LCA, nel momento in cui si carica in catena cinetica aperta entro protocolli riabilitativi standard, l’efficienza neuromuscolare del VL e del BF non era ancora stata ristabilita completamente.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here