Gli effetti dell’applicazione del Kinesiotaping sulla forza e sul dolore del muscolo bicipite brachiale a seguito dell’indolenzimento muscolare a insorgenza ritardata.

4880
Questo studio ha lo scopo di confermare gli effetti del Kinesiotaping (KT) sulla limitazione della funzionalità muscolare e sul dolore causati dall’Indolenzimento Muscolare Ad Insorgenza Ritardata (D.O.M.S.) del bicipite brachiale.
Trentasette soggetti con D.O.M.S. indotto sono stati randomizzati in due gruppi. Il primo gruppo di controllo composto da 19 partecipanti, il secondo gruppo con il Kinesiotaping di 18. Le misure di outcome sono state registrate prima dell’intervento (applicazione di KT) ed a 24, 48 e 72 ore dopo il KT.
Dopo aver indotto il D.O.M.S. è stato misurato lo spessore del muscolo usando l’ecografia. La massima contrazione isometrica volontaria (% MVIC) è stata misurata tramite l’elettromiografia (EMG). Il dolore soggettivo è stato misurato utilizzando una scala analogica visiva (VAS).
Il primo gruppo ha esposto una correlazione positiva tra lo spessore del muscolo e il tempo trascorso dall’intervento (24, 48, e 72 ore dopo l’induzione di D.O.M.S.); hanno anche mostrato una significativa diminuzione della MVIC (%). Il secondo gruppo ha mostrato aumenti significativi dello spessore del muscolo fino a 48 ore dopo l’induzione del D.O.M.S., insieme ad una significativa diminuzione della MVIC (%).
Tuttavia, a differenza del gruppo di controllo, il gruppo del KT non ha mostrato una significativa differenza di spessore del muscolo o della MVIC (%) ad un intervallo di 72 ore in confronto con i valori precedenti all’induzione del D.O.M.S.
Gli autori suggeriscono che negli adulti con Indolenzimento Muscolare Ad Insorgenza Ritardata, l’attivazione dei muscoli, applicando il Kinesiotaping, è risultata essere un metodo efficace e veloce per recuperare la forza muscolare rispetto al solo riposo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here