Le flip flop modificano la biomeccanica della caviglia e gli schemi di carico del piede?

8409
Le flip-flop sono un tipo di calzature fatte di gomma, che presentano il loro fissaggio nella parte dorsale dell’avampiede. Queste sono molto popolari nelle stagioni calde; tuttavia sono ampiamente criticate e accusate di essere dannose per la salute del piede e, potenzialmente, per la modifica dello schema del passo. Esistono alternative moderne, tra cui le FitFlop, che dispongono di una cinghia ampia posizionata più vicino alla caviglia e un’intersuola più spessa ed ergonomica. Pertanto, l’attuale studio ha esaminato le modifiche sull’andatura quando si indossano le flip-flop rispetto al camminare a piedi nudi. Inoltre, il camminare con le flip-flop è stato messo a confronto con le FitFlop.
Il test è stato condotto su 40 partecipanti (20 maschi e 20 femmine, età media 35,2 ± 10,2 anni). Sono stati raccolti i parametri della cinematica e dell’andatura cinetica, oltre ai valori elettromiografici mentre i partecipanti camminavano, attraverso un sistema di motion capture in 3D rivolto agli arti inferiori. Sono stati confrontati l’angolo della caviglia nella fase di swing, il movimento sul piano frontale nella fase di stance e la forza di carico nella fase di appoggio iniziale.
Le calzature flip-flop presentavano parametri alterati dello schema del passo rispetto alla condizione a piedi nudi. La dorsiflessione massima della caviglia in swing è stata maggiore nel flip-flop (7.6 ± 2.6°) e nelle FitFlop (8.5 ± 3.4°) rispetto ai piedi nudi (6.7 ± 2.6°). Significativamente maggiore è stata l’attivazione del muscolo tibiale anteriore, misurata nella fase di swing terminale nelle FitFlop (32,6%) e nelle flip-flop (31,2%) rispetto ai piedi nudi. Una maggiore velocità di appoggio del tallone sul pavimento è stata evidenziata nelle FitFlop e nelle flip-flop rispetto alla condizione a piedi nudi. Con le FitFlop si è vista una riduzione sul piano frontale del picco di eversione della caviglia durante l’appoggio (-3,5 ± 2,2°) rispetto al camminare con le flip-flop (-4.4 ± 1.9°) e a piedi nudi (-4,3 ± 2,1°). Le FitFlop attenuavano maggiormente l’impatto al suolo rispetto alle flip-flop, riducendo i livelli di carico istantaneo massimo del 19%.
Per riassumere, tra la condizione a piedi nudi e le flip-flop si sono osservate modifiche all’angolo della caviglia sul piano sagittale e sul piano frontale e sull’impatto iniziale con il suolo. D’altra parte le FitFlop possono ridurre i rischi associati alle calzature tradizionalmente utilizzate (flip-flop) riducendo il carico sul tallone e il movimento sul piano frontale della caviglia durante l’appoggio al suolo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here