Analisi elettromiografica superficiale dei muscoli del Core e dell’anca durante esercizi di riabilitazione specifici in side-bridge sulla colonna vertebrale in posizione neutra.

444

Il rinforzo dei muscoli addominali, dell’anca, del Core e del tronco è spesso utilizzato per la prevenzione degli infortuni e per chi soffre di lombalgia, avendo anche il potenziale di migliorare le prestazioni atletiche.

L’ipotesi dello studio è la seguente: durante gli esercizi in posizione side-bridge, i muscoli del tronco e della gamba della parte in sopportazione di carico produrrebbero una maggiore attivazione delle loro controparti sul lato non caricante.

Dodici donne e 13 uomini hanno partecipato a questo studio. Sono stati raccolte analisi elettromiografiche (EMG) per 5 muscoli del lato destro: retto dell’addome [RA], obliquo esterno [EO], lunghissimo del torace [LT], multifido lombare [LM], e medio gluteo [GM] durante 3 ripetizioni di 4 esercizi in side bridge, ovvero con supporto laterale in elevazione di tronco [TESS],  con supporto laterale in elevazione del piede [FESS], in posizione clamshell, e in rotazione [RSB]. Gli esercizi sono stati eseguiti bilateralmente in ordine casuale utilizzando gli elettrodi di superficie, i cui segnali EMG sono stati normalizzati al picco di attività nella contrazione isometrica volontaria massima (MVIC) espressa in percentuale.

L’esercizio RSB ha generato l’attivazione più alta di 3 dei 4 muscoli del tronco analizzati (RA, il 43,9% MVIC, EO, 62,8% MVIC, e LT il 41,3% MVIC). L’attivazione del GM ha superato il 69% MVIC per gli esercizi TESS, FESS, e RSB. Con l’eccezione del retto dell’addome nel RSB e del lunghissimo del torace nel TESS, il reclutamento muscolare dei muscoli del tronco e della coscia del lato caricante (% MVIC) era significativamente maggiore rispetto alle loro controparti sul tronco e sulla coscia non caricante per tutti i muscoli durante le condizioni di esercizio in side-bridge.

Riassumendo, il reclutamento muscolare è stato maggiore nei muscoli del tronco e della coscia ipsilaterale al carico, per tutti i muscoli esaminati eccetto che per il RA durante RSB e LT durante TESS. E’ necessaria un’attivazione pari o superiore al 50% della MVIC per eseguire un rinforzo adeguato. Quindi incontrano e soddisfano questi requisiti soltanto il GM e l’EO.

In conclusione, gli esercizi in side-bridge sembrano fornire un rinforzo muscolare delle zone esaminate sui muscoli del lato caricante, principalmente sui muscoli obliquo esterno e medio gluteo.

English Abstract

Full English Version PDF

Potrebbe interessarti: 

  1. L’attività muscolare del Core in una serie di esercizi di equilibrio con differenti condizioni di stabilità.
  2. Gli effetti clinici e biomeccanici della terapia di allungamento fasciale dei muscoli flessori dell’anca nei pazienti con e senza mal di schiena.
  3. L’affidabilità del test di FABER per misurare il ROM dell’anca.
  4. Ultimi articoli

 

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here