Freddo VS Caldo dopo l’esercizio: esiste una netta vittoria per ridurre l’indolemzimento muscolare?

3376
Non vi è alcuna chiara conclusione circa l’efficacia delle modalità di applicazione di caldo o freddo per ridurre il dolore muscolare ad insorgenza ritardata, a causa delle differenze esistenti a seconda del tipo di esercizio, della temperatura e dei tempi dell’utilizzazione di una delle due modalità.
Un centinaio di soggetti con simili livelli di benessere fisico sono stati esaminati. Hanno compiuto degli squats in appoggio monopodalico per 15 minuti e il caldo o il freddo sono stati applicati 24 ore o più dall’esercizio, con ThermaCare o impacchi di ghiaccio. Le misurazioni ottenute sono state la forza, il movimento passivo del ginocchio, la scala analogica visiva del dolore e la mioglobina nel sangue.
I soggetti del gruppo di controllo hanno perso la forza del 24% dopo l’esercizio. I soggetti con calore o freddo dopo l’esercizio fisico hanno perso solo il 4% della forza. Il freddo applicato dopo 24 ore era meglio del calore per il recupero della forza. Il caldo o il freddo applicato dopo l’esercizio fisico era significativamente migliore per evitare danni al tessuto elastico muscolare; il calore o il freddo immediatamente dopo l’esercizio fisico non ha causato perdite di mioglobina muscolare; il calore o il freddo dopo 24 ore non hanno mostrato meno danni muscolari e variazioni di mioglobina rispetto ai soggetti di controllo. La mioglobina nel gruppo di controllo e nel gruppo di calore o freddo a 24 ore era presente in media al 135,1% dei dati di base. La media scendeva a 106,1% del valore basale nel gruppo di calore o freddo immediatamente dopo l’esercizio. Riguardo la riduzione del dolore, i soggetti del gruppo di controllo hanno mostrato una significativa quantità di dolore nei giorni dopo l’esercizio. Gli impacchi di freddo dopo l’esercizio o 24 ore più tardi erano superiori al calore nel ridurre il dolore.
In conclusione, sia gli impacchi di ghiaccio che l’applicazione di calore sembrano essere efficaci nel ridurre il danno muscolare e l’indolenzimento dopo l’esercizio.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here