Efficacia di uno stretching sostenuto della capsula articolare inferiore nella gestione di una spalla congelata.

2900

BACKGROUND:
Il trattamento fisioterapico della spalla congelata è vario, ma nella maggior parte dei protocolli terapeutici manca il focus specifico sulla malattia sottostante, che è la restrizione e le varie aderenze della capsula articolare della spalla. Anche se a seguito della fisioterapia si hanno degli effetti positivi, la ricorrente e prolungata disabilità di una spalla congelata sono i principali fattori sui quali concentrarsi per fornire il trattamento adeguato al paziente.

DOMANDE/OBIETTIVI:
Gli autori dello studio hanno valuto valutare l’efficacia di un apparato che eseguiva delle trazioni della spalla (shoulder countertraction) sul ROM, sul dolore e sulla funzionalità in pazienti con una spalla congelata e hanno valuto confrontare i loro risultati con quelli di soggetti di controllo che hanno ricevuto un trattamento di fisioterapia convenzionale.

METODI:
Un totale di 100 partecipanti sono stati assegnati in modo casuale a un gruppo sperimentale e ad un gruppo di controllo, con ogni gruppo che aveva 50 partecipanti. Il gruppo di controllo è stato sottoposto alla fisioterapia convenzionale e il gruppo sperimentale ha ricevuto la fisioterapia convenzionale in aggiunta alle trazioni della spalla. Il tempo totale di trattamento è stato di 20 minuti al giorno per 5 giorni a settimana per 2 settimane. Le misure di esito utilizzate sono state le misurazioni con il goniometro, la VAS, e il punteggio per la spalla di Oxford.

RISULTATI:
Nel gruppo sperimentale, si sono verificati miglioramenti nei punteggi per la flessione della spalla (94.1° ± 19.79° prima, aumentato a 161,9° ± 13.05° dopo l’intero intervento); il ROM in abduzione (90,4° ± 21.18° al basale, aumentato a 154,8° ± 13.21° dopo l’intervento); e il dolore (8,00 ± 0,78 al basale, diminuito a 3,48 ± 0,71 dopo l’intervento). Il sessanta per cento dei partecipanti (n = 30) ha migliorato i parametri di soddisfazione secondo lo Oxford Shoulder Score nel gruppo sperimentale rispetto al 18% (n = 9) nel gruppo di controllo.

CONCLUSIONI:
Incorporando delle controtrazioni prolungate alla spalla in aggiunta alla fisioterapia convenzionale, si migliora la funzionalità della spalla rispetto alla semplice fisioterapia per il trattamento di una spalla congelata. Sono necessari ulteriori studi concentrati su questo concetto, per aumentare la generalizzabilità dell’apparato contro-trazione su gruppi più ampi e diversi.

English Abstract

Full English Version PDF

Potrebbe interessarti: 

  1. La terapia fisica strumentale per la capsulite adesiva (spalla congelata).
  2. L’effetto dello scivolamento anteriore e posteriore della testa dell’omero sul movimento di rotazione esterna in pazienti con capsulite adesiva di spalla.
  3. Efficacia di uno stretching sostenuto della capsula articolare inferiore nella gestione di una spalla congelata.
  4. Ultimi articoli

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here