L’effetto dell’allenamento instabile sulla propriocezione del ginocchio e la forza del Core.

3510

Anche se ci sono molti studi che dimostrano una maggiore attivazione del tronco in condizioni instabili, non è noto se questo aumento di attivazione si tradurrebbe in aumento significativo della forza del tronco con un programma di training prolungato. Inoltre, mentre i programmi sull’allenamento dell’equilibrio hanno dimostrato di migliorare la stabilità, il loro effetto sulla propriocezione specifica non è chiaro.

Così l’obiettivo di questo studio è stato quello di esaminare gli adattamenti associati a un programma di 10 settimane di allenamento sull’instabilità. I partecipanti sono stati testati prima e dopo l’intervento per quanto riguarda l’estensione del tronco, la forza in flessione e la propriocezione del ginocchio.
Quarantatre partecipanti hanno partecipato a questo studio e sono stati divisi in due gruppi:
– un programma di 10 settimane (3 giorni a settimana) sull’allenamento dell’instabilità utilizzando palle svizzere e il peso corporeo come resistenza;
– un programma di controllo (n = 17).

Il primo gruppo ha migliorato l’estensione del tronco (23,6%) e ha ottenuto outcome generali (20,1%) dal lavoro svolto dal pre al post-studio mentre il gruppo di controllo è diminuito rispettivamente del 6,8% e del 6,7%. Il programma di 10 settimana ha aumentato il picco di flessione del tronco del 18,1%, mentre nel gruppo di controllo è diminuito dello 0,4%. Nel primo gruppo, la propriocezione del ginocchio (in combinazione al riposizionamento a destra e a sinistra) è migliorata del 44,7% dal pre al post-allenamento e persisteva (nel 21,5%) per 9 mesi nel post-allenamento. In aggiunta c’era un aumentato controllo e senso della posizione del ginocchio destro a 9 mesi (32,1%), meno deviazione dall’angolo di riferimento rispetto al ginocchio destro durante il pre-test.

Un programma di allenamento sull’instabilità utilizzando palle svizzere con il peso corporeo come resistenza è in grado di fornire miglioramenti prolungati nella propriocezione articolare e nella forza di base in soggetti precedentemente non allenati che svolgono questo programma di rinforzo, contribuendo alla salute generale.

Mentre i principali esercizi di resistenza tradizionali in scarico sono stati raccomandati come i più vantaggiosi per migliorare la forza e la potenza negli atleti (Behm et al., 2010), un programma di allenamento sull’instabilità utilizzando palle svizzere e il peso corporeo come resistenza può fornire un punto di partenza alternativo per la popolazione sedentaria. Visto che è ben documentato che in soggetti non addestrati la forza e la potenza sono minori in situazioni di instabilità (Behm et al., 2010) e programmi di allenamento sulla propriocezione migliorano l’equilibrio (Behm e Kean 2006), questo tipo di programma sull’instabilità è in grado di fornire adattamenti significativi che migliorano la forza del tronco soprattutto su soggetti non allenati.

Questo allenamento dovrebbe anche essere incorporato in un nuovo programma, visto che i miglioramenti nella propriocezione possono aiutare a proteggere dalle lesioni articolari per un periodo protratto nel tempo. Il fatto che il miglioramento della propriocezione comune persiste per mesi dopo l’allenamento va sottolineato a quelle persone che regolarmente e in modo incoerente interrompono attività fisiche o allenamenti.

English Abstract

Full English Version PDF

Potrebbe interessarti: 

  1. Confronto degli effetti di tre tecniche fisioterapiche di allungamento degli Hamstrings nei bambini.
  2. L’utilizzo dell’EMG nei muscoli antagonisti per la valutazione di una lombalgia non specifica.
  3. Attività muscolari del tronco durante il rinforzo addominale: confronto tra i muscoli e gli esercizi.
  4. Ultimi articoli

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here