Attività muscolare e affaticamento degli arti inferiori e dei muscoli del tronco durante diversi test Sit To Stand.

4033

I test Sit to Stand (STS) misurano la capacità di alzarsi da una sedia, che riproduce una componente importante dell’attività di vita quotidiana. Poiché questo compito funzionale è essenziale per l’indipendenza umana, le prestazioni dei test STS sono state studiate negli ultimi decenni utilizzando diversi metodi, tra cui l’elettromiografia.
Lo scopo di questo studio è stato quello di misurare l’attività e la fatica muscolare durante le diverse ripetizioni e velocità di STS utilizzando l’elettromiografia di superficie dei muscoli degli arti inferiori, del ginocchio e del tronco. Per questo motivo sono stati reclutati 30 giovani adulti sani. L’attivazione muscolare media, la percentuale di massima contrazione volontaria, il coinvolgimento muscolare in movimento e la fatica muscolare sono stati misurati utilizzando alcuni elettrodi di superficie immessi sul muscolo gastrocnemio mediale (MG), sul bicipite femorale (BF), sul vasto mediale del quadricipite (QM), sul retto addominale (AR), sugli erettori spinali (ES), sul retto femorale (RF), sul soleo (SO) e sul tibiale anteriore (TA).

Sono state eseguite diverse varianti del STS: cinque ripetizioni, 10 ripetizioni e durata 30 secondi. I muscoli MG, BF, QM, ES e RF hanno mostrato differenze di attivazione muscolare, mentre i muscoli QM, AR e ES hanno mostrato differenze significative nella percentuale MVC. Inoltre, significative differenze di fatica muscolare sono state trovate nel muscolo QM tra i diversi test STS. Non c’era stanchezza statisticamente significativa nei muscoli BF, MG e SO anche i dati raccolti dimostrano una tendenza crescente alla fatica.

Questi risultati potrebbero essere utili nel descrivere i movimenti funzionali del test STS utilizzato in programmi di riabilitazione, nonostante questo studio abbia coinvolto soggetti giovani e sani.

English Abstract

Full English Version PDF

Potrebbe interessarti: 

  1. L’effetto dell’allenamento instabile sulla propriocezione dell’articolazione del ginocchio e la forza del Core.
  2. Trattamento manipolativo osteopatico preventivo e incidenza delle fratture da stress in atleti.
  3. Stabilizzazione combinata anteriore e antero-laterale del ginocchio con la banda ileotibiale.
  4. Ultimi articoli

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here