Caratteristiche di resistenza e fatica nei muscoli del collo durante il test isometrico sub-massimale in pazienti con radicolopatia cervicale.

4671

SCOPO:
Lo scopo dello studio è stato quello di confrontare la manifestazione elettromiografica della resistenza muscolare del collo e delle caratteristiche di fatica durante una prova di resistenza sub-massimale in pazienti con radicolopatia cervicale e in soggetti asintomatici. Tra gli obiettivi dello studio, si è cercato di esplorare le associazioni tra la resistenza primaria dei muscoli del collo, l’affaticabilità elettromiografica e i livelli di auto-valutazione di stanchezza, dolore e le misure di salute percepite dei pazienti con radicolopatia cervicale.

METODI:
E’ stato valutato l’affaticamento muscolare dei muscoli ventrali e dorsali del collo in pazienti con radicolopatia cervicale e in un gruppo di persone asintomatiche durante un test isometrico in posizione prona e supina. 46 pazienti e 34 soggetti asintomatici hanno partecipato allo studio. I segnali elettromiografici di superficie sono stati registrati dai muscoli paravertebrali cervicali, dallo sternocleidomastoideo, dai fasci superiore e medio del trapezio bilateralmente durante la prova di resistenza. Alcune misure sanitarie soggettive sono state valutate con questionari.

RISULTATI:
I risultati hanno mostrato un’alterata resistenza muscolare del collo in molti dei muscoli studiati con maggiore pendenza negativa mediana della frequenza, maggiore variabilità, uno squilibrio su un lato, un tempo di resistenza inferiore e maggiore esperienza della fatica tra i pazienti con radicolopatia cervicale rispetto ai soggetti sani. I tempi di resistenza erano significativamente più bassi sia in posizione prona che supina tra i pazienti rispetto ai soggetti asintomatici. Durante la prova di resistenza dei muscoli del collo, la fatica nel muscolo trapezio superiore in posizione prona e nel muscolo sternocleidomastoideo in posizione supina era più importante rispetto al dolore, alla fatica, alla disabilità e alla kinesiophobia auto-riferita, nel predire la resistenza muscolare del collo (NME).

CONCLUSIONE:
Il test NME nei muscoli del collo primari sembra essere un fattore importante da prendere in considerazione nella riabilitazione.

English Abstract

Full English Version PDF

Potrebbe interessarti:

  1. Smartphone e dolore cervicale: esiste una correlazione?
  2. Joint Position Sense Error nelle persone con dolore al collo: una revisione sistematica.
  3. Dolore cervico-brachiale: quanto spesso è neurogeno?
  4. Ultimi articoli

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here