Attività muscolare e cinematica della testa nei movimenti liberi in soggetti con dolore cronico al collo: disfunzione motoria cervicale o bassa attivazione muscolare?

4292
INTRODUZIONE

Le persone che hanno dolore muscolo-scheletrico al collo a lungo termine dopo incidenti automobilistici (colpo di frusta o WAD) possono aver sviluppato una disabilità che colpisce normalmente durante le attività di vita quotidiana. Una delle manifestazioni cliniche più importanti in persone con WAD a lungo termine è una disfunzione motoria della regione cervicale, tenuta in vita da un’alterata attivazione muscolare del collo e una minore velocità di conduzione nervosa. E’ noto che si riducano infatti le misure di carico di resistenza isometrica e la forza di contrazione isometrica volontaria massima dei muscoli del cingolo scapolo-omerale e della nuca, in una WAD cronica. Per quanto riguarda i movimenti dinamici della testa relativamente non vincolati, alcune variabili cinematiche come la velocità di picco, sono anch’esse inferiori rispetto a soggetti sani e il picco di spostamento del movimento della testa è tipicamente ridotto nelle persone con WAD cronica. Collettivamente, queste alterazioni riducono la capacità funzionale della testa e del collo in persone con WAD cronica.

Le cause di queste riduzioni nelle prestazioni cinematiche in una WAD cronica sono ancora oggi poco comprensibili. E’ stato dimostrato che l’attivazione dei muscoli del collo è alterata in una WAD cronica rispetto ai soggetti sani e tali cambiamenti potrebbero influire sulla cinematica della testa. Tuttavia, questi risultati sono stati ottenuti da studi di contrazioni muscolari isometriche del collo, partendo da un livello basso a forze muscolari più moderate. È quindi possibile che queste osservazioni non siano direttamente applicabili ai movimenti della testa in dinamica. In uno studio della cinematica del movimento in soggetti con WAD, Sjölander non ha trovato alcuna differenza di velocità di picco del movimento. A causa della stretta relazione tra i parametri cinematici di spostamento e la velocità di picco,  è quindi possibile che le riduzioni nello spostamento testa possano contribuire alle riduzioni di velocità di picco del movimento della testa in una WAD cronica.

Oltre a tali misure, sono state analizzate la regolarità o la fluidità dei movimenti del collo nelle persone con dolore cronico al collo, anche queste ridotte. I movimenti fluidi sono caratterizzati da profili di velocità unimodale a forma simile di campana mentre i movimenti di scorrevolezza ridotta mostrano profili di velocità irregolari con diversi picchi che contengono una fase accelerativa e una  fase decelerativa. Tali schemi di movimento irregolare sono stati suggeriti essere una conseguenza del  disturbo del controllo motorio nelle persone con WAD persistenti. In uno studio precedente, l’irregolarità del movimento ha dimostrato di essere fortemente correlato sia alla velocità di movimento sia allo spostamento in una serie di diversi movimenti della testa in soggetti sani. Poiché è noto che le persone con WAD cronica eseguono gli spostamenti della testa con una velocità di movimento più basso e uno spostamento minore rispetto al gruppo di controllo, si pone la questione: se la scorrevolezza ridotta dei movimenti osservati nelle persone con WAD cronica può semplicemente essere causata dalla velocità di movimento e spostamento alterata e non invece da un’alterata strategia di controllo del movimento.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here