Talalgia: fascite plantare.

8385

La fascite plantare è una sindrome dolorosa molto comune, ma la sua esatta eziologia rimane ancora oscura. La diagnosi è essenzialmente clinica, sulla base dell’anamnesi e dell’esame fisico. Prove di laboratorio ed esami di imaging complementari possono essere utili per le diagnosi differenziali. Il trattamento è essenzialmente conservativo, con un alto tasso di successo (circa 90%). L’essenza del trattamento conservativo è un programma base di esercizi da fare a casa per allungare la fascia plantare. Le indicazioni per il trattamento chirurgico sono necessarie solo quando i sintomi persistono senza un miglioramento significativo, dopo almeno sei mesi di trattamento conservativo.

Nella stragrande maggioranza dei pazienti, il trattamento conservativo senza intervento chirurgico è sufficiente per consentire un miglioramento del sintomo doloroso. In letteratura, alcune serie di casi hanno raggiunto dei tassi di successo in seguito al trattamento conservativo della fascite plantare che vanno dal 73% al 89%. Il trattamento conservativo deve essere diretto verso la riduzione del processo infiammatorio. Inizialmente, può essere consigliato un breve periodo di riposo, accompagnato da farmaci anti-infiammatori non steroidei (FANS) da quattro a sei settimane.

Recenti studi hanno sottolineato che la prima linea di trattamento conservativo dovrebbe comprendere un programma a domicilio di esercizi per allungare la fascia plantare. Il protocollo tradizionale prevede esercizi di stretching ed esercizi di contrazione eccentrica del tendine di Achille, entrambi eseguiti contemporaneamente con lo scopo di allungare la fascia plantare.

Possono essere utili come forma complementare al trattamento delle solette realizzate su misura o pronte all’uso (commerciali), con una struttura in grado di accogliere e sostenere per l’arco longitudinale mediale, nonché con un rilievo nella zona del tallone in modo da ridurre la pressione portante, a condizione che ciò avvenga in collaborazione con il programma di esercizio domiciliare a base di stretching per la fascia plantare. Tali solette dovrebbero essere fatte con materiale morbido (in particolare silicone, micro schiuma, feltro, Plastazote® o simili) Si raccomanda anche di utilizzare le solette ogni giorno per diversi mesi. Possono essere montate all’interno delle calzature del paziente.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here