Gestione delle distorsioni laterali di caviglia e delle sofferenze legamentose: l’opinione corrente.

5739

Introduzione
Il primo passo nella gestione delle distorsioni dei legamenti della caviglia è una comprensione della normale anatomia così come le caratteristiche pato-anatomiche della regione della caviglia. La regione della caviglia è costituita da tre principali articolazioni: tibio-tarsica, sottoastragalica e la sindesmosi tibio-peroneale distale. I danni alle strutture legamentose laterali della caviglia sono definiti come distorsioni laterali di caviglia.

Accenni di anatomia
I legamenti laterali dell’articolazione tibio-tarsica consistono nel legamento peroneo-astragalico anteriore (ATFL), il legamento calcaneare (CFL), e il legamento peroneo-astragalico posteriore. Il meccanismo di lesione più comune per una distorsione laterale di caviglia è un avampiede in adduzione, un retropiede in inversione, e una rotazione tibiale esterna con la caviglia in flessione plantare. Uno o più dei legamenti laterali possono essere coinvolti in questo tipo di lesione, a seconda della quantità e della direzione della forza. Il legamento peroneo-astragalico anteriore è stato trovato essere il legamento più debole e più comunemente vittima di lesioni, seguito dal CFL e dal legamento peroneo-astragalico posteriore. Circa il 70% di tutte le distorsioni laterali della caviglia coinvolgono una lesione isolata del ATFL. Visto che la distorsione laterale alla caviglia è la più comune causa traumatica di infortunio nello sport, è necessario essere a conoscenza di altre diagnosi che possono essere confuse con e/o verificarsi assieme ad una distorsione laterale alla caviglia.

Diagnosi differenziale 
Oltre ad una diagnosi di distorsione laterale alla caviglia, la diagnosi differenziale nei soggetti con un infortunio traumatico alla caviglia dovrebbe includere, ma non esclusivamente, una frattura, una distorsione di alto grado alla caviglia, la sindrome del Cuboide, una distorsione del compartimento mediale della caviglia, e una lesione osteocondrale (OCD).

L’Ottawa ankle rules è spesso utilizzata per escludere una frattura, e le radiografie sono indicate se vi è dolore nella zona dei malleoli che è accompagnata da una qualsiasi delle seguenti condizioni:
(1) dolorabilità lungo la punta del bordo posteriore del malleolo laterale,
(2) una sofferenza al di sopra del malleolo mediale,
(3) l’incapacità del paziente di sopportare il peso per un minimo di quattro passaggi radiografici.
Secondo le regole sulla caviglia della scala Ottawa, esistono altre condizioni che si accompagnano all’eventuale dolore nella zona mediale del piede:
(1) dolorabilità con la palpazione alla base del quinto metatarso,
(2) dolorabilità del tubercolo dello scafoide,
(3) l’incapacità di sopportare il peso per un minimo di quattro fasi.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here