Il muscolo Tibiale Posteriore

4106

Posizione: 
Arto inferiore – Gamba/Piede

Origine:
Come tutti i muscoli estrinseci del piede, il tibiale posteriore prevede un’origine dalla membrana interossea tibio-peroneale, nel terzo prossimale della tibia e del perone.

Inserzione:
Attraverso due fasci (uno mediale e uno laterale), si inserisce rispettivamente sul tubercolo dello scafoide, sulle tre ossa cuneiformi e sulla base metatarsale del secondo e del terzo dito.

Anatomia topografica: 
Partendo dalla sua origine, questo muscolo si trova al di sotto del muscolo soleo, del muscolo flessore lungo delle dita e flessore lungo dell’alluce. Rispetto a questi due muscoli si trova rispettivamente lateralmente e medialmente. Ricopre a sua volte una buona parte del terzo prossimale della membrana interossea. Arrivando alla sua inserzione, ha rapporti anatomici con due legamenti: il legamento deltoideo, nella sua porzione più mediale, e il legamento calcaneo-scafoideo plantare. Il suo decorso è obliquo, diretto dall’avanti all’indietro, dall’alto al basso, dal fuori al dentro.

Azione: 
E’ un muscolo invertitore puro, ovvero esegue tre movimenti contemporaneamente: flessione plantare, rotazione interna e adduzione. La sua contrazione fa salire il tubercolo dello scafoide (dove si inserisce con il suo fascio mediale), portandolo in rotazione interna.

Innervazione: 
Nervo Tibiale Posteriore (L3-L4-L5)

Vascolarizzazione: 

Arteria Tibiale Posteriore

Potrebbe interessarti:

  1. L’astragalo
  2. Il calcagno
  3. Lo scafoide tarsale

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here