La struttura del piede e il tempo di reazione muscolare durante una simulazione di distorsione alla caviglia.

4322

CONTESTO:
La struttura del piede è capace di influenzare gli aspetti di controllo neuromuscolare, essendo responsabile per cui della stabilità posturale e della propriocezione. Tuttavia, nonostante l’associazione tra la struttura del piede (prono o supinato) e l’incidenza di distorsioni alla caviglia in inversione, nessuno di conoscenza degli autori ha misurato il tempo di reazione muscolare del meccanismo simulato di una distorsione di caviglia, in partecipanti con diverse strutture del piede.

OBIETTIVO:
Lo scopo dello studio è stato quello di determinare se la struttura pronata o supinata del piede contribuisce nel deficit neuromuscolare misurato dal tempo di reazione muscolare conseguente al meccanismo di distorsione di caviglia simulato.

PAZIENTI O ALTRI PARTECIPANTI:
Trenta volontari sono stati suddivisi in 3 gruppi in base alla distanza del tubercolo dello scafoide da terra. Dieci partecipanti (4 uomini, 6 donne) avevano un piede neutrale (altezza dello scafoide da terra = 5-9 mm), 10 partecipanti (4 uomini, 6 donne) avevano un piede pronato (altezza dello scafoide da terra ≥ 10 mm), e 10 partecipanti ( 4 uomini, 6 donne) avevano un piede supinato (altezza dello scafoide da terra  ≤ 4 mm).

INTERVENTO:
Sono state ricreate, tramite un piattaforma, tre differenti perturbazioni che portavano i piedi in un’inclinazione tale da simulare la meccanica di distorsione alla caviglia in inversione e in flessione plantare.

Principale misura di esito:
E’ stato misurato il tempo di reazione muscolare (in millisecondi) del muscolo peroneo lungo, del muscolo tibiale anteriore e del muscolo medio gluteo alla perturbazione della piattaforma.

RISULTATI:
I partecipanti con struttura pronata o supinata del piede avevano tempi di reazione più lenti del muscolo peroneo lungo rispetto ai partecipanti con piede neutrale. Gli autori dello studio hanno trovato differenze anche per il muscolo tibiale anteriore e medio gluteo.

CONCLUSIONI:
La struttura del piede ha influenzato significativamente il tempo di reazione del muscolo peroneo lungo laterale, nel suo capo profondo indirizzato fino al primo dito. Ulteriori ricerche sono necessarie per stabilire le conseguenze di questi tempi di reazione più lenti a discapito dei muscoli peronieri in strutture pronate e supinate del piede. I ricercatori che studiano il tempo di reazione muscolare degli arti tramite EMG, dovrebbero controllare anche la struttura del piede, perché questa può influenzare i risultati.

English Abstract

Full English Version PDF

Potrebbe interessarti:

  1. Lo scafoide tarsale
  2. Le flip flop modificano la biomeccanica della caviglia e gli schemi di carico del piede?
  3. Una strategia neuromeccanica per il posizionamento mediale e laterale del piede nella deambulazione dell’essere umano.
  4. Ultimi articoli

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here