Può l’osservazione clinica differenziare gli individui con o senza discinesia scapolare?

2340

SFONDO:
Le alterazioni della posizione e della rotazione scapolare prendono il nome di discinesia scapolare. Una valutazione dinamica visiva potrebbe essere applicata per classificare questa alterazione basata sull’osservazione clinica dell’oscillazione del margine inferiore e mediale scapolare (tipo I) o della prominenza dell’intero bordo mediale (tipo II), o dalla eccessiva definizione del margine superiore della scapola (Tipo III).

OBIETTIVO:
Lo scopo di questo studio è stato quello di determinare se ci fossero differenze nelle rotazioni scapolari (tipo I e II) e nella posizione (tipo III) della scapola in un gruppo di soggetti con discinesia scapolare, diagnosticata dall’osservazione clinica di un fisioterapista esperto, confrontati con un gruppo di individui sani (tipo IV).

METODO:
Ventisei soggetti sintomatici volontari sono stati reclutati per questo studio. Dopo un protocollo di esercizi per i muscoli periscapolari, sono stati eseguiti dei test dinamici per la discinesia scapolare, al fine di classificare visivamente ciascuna scapola in una delle quattro categorie (compreso il tipo IV – senza discinesia). Le variabili cinematiche studiate sono state le differenze tra la disfunzione massima nella rotazione e il valore minimo che rappresentava sia la funzione normale e un piccolo movimento disfunzionale.

RISULTATI:
Soltanto l’anteroversione scapolare era significativamente maggiore nel gruppo di discinesia di tipo I (mediante l’osservazione clinica della proiezione posteriore dell’angolo inferiore della scapola) rispetto al gruppo di controllo senza discinesia scapolare.

CONCLUSIONI:
L’osservazione clinica è ritenuta opportuna solo nelle diagnosi di discinesia scapolare di tipo I. Considerando la prevalenza più bassa e le dimensioni ridotte del campione per il tipo II e III, sono necessari ulteriori studi per validare l’osservazione clinica come strumento di diagnosi di discinesia scapolare.

English Abstract

Full English Version PDF

Potrebbe interessarti:

  1. Discinesia scapolare: cinematica e alterazioni dell’attività muscolare nei pazienti con sindrome da conflitto subacromiale.
  2. Gli effetti sulla stabilizzazione scapolare della terapia basata sull’esercizio per il dolore, la postura, l’elasticità e la mobilità della spalla nei pazienti con sindrome da impingement scapolo-omerale.
  3. Cambiando il piano di abduzione, si influenzano i patterns di reclutamento muscolare della spalla in soggetti sani?
  4. Ultimi articoli

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here