La distanza fisiologica ischiofemorale e le sue varianti.

273

INTRODUZIONE
Un impingement intorno all’articolazione dell’anca può avvenire principalmente in tre aree. Mentre il conflitto femoro-acetabolare è quello più comune, ben compreso e si crede possa essere responsabile per la maggior parte dei casi di dolore all’anca, l’ impingement ischiofemorale (IFI) e l’impingement sottospinoso sono meno conosciuti e ancora non ben compresi.

Nel IFI, vi è una riduzione della distanza ischiofemorale (IFD), ovvero la distanza minima tra la corticale laterale della tuberosità ischiatica e la corticale posteromediale del piccolo trocantere. Questa riduzione porta ad una infiammazione e danneggiamento delle strutture anatomiche all’interno di questo spazio, che vede come principale protagonista il muscolo quadrato femorale.

Una ridotta IFD può essere posizionale, secondaria ad un’anomalia congenita o acquisita.

I fattori posizionali che possono influenzare lo spazio ischiofemorale includono una minore estensione/flessione degli arti, ma anche una minor abduzione/adduzione e rotazione interna/esterna.

Possono portare ad una riduzione della distanza ischio-femorale:

  1. Una posizione congenita posteromediale della porzione prossimale del femore,
  2. una sezione trasversale maggiore del femore a livello del piccolo trocantere, con una maggiore sporgenza del piccolo trocantere,
  3. la configurazione dell’anatomia ossea pelvica femminile, che mostra una maggiore larghezza e una minore dimensione antero-posteriore rispetto al sesso maschile.

Un restringimento acquisito della distanza ischiofemorale può essere visto come il risultato di un’osteotomia dell’anca, di fratture che coinvolgono il piccolo trocantere, di processi osteoartrosici associati ad una migrazione superiore dell’articolazione, un’entesopatia a livello dell’inserzione prossimale degli hamstring prossimale o una lesione ossea espansiva in questa regione.

L’IFI è stato segnalato da Johnson come una complicanza iatrogena dopo artroplastica totale dell’anca. Tuttavia, più di recente, un’IFI è stato riportato anche in pazienti senza storia di precedenti traumi o interventi chirurgici dell’anca.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here