Gestione conservativa del gomito rigido post-traumatico: la prospettiva di un fisioterapista.

5502

INTRODUZIONE
Il gomito è un’articolazione che crea un collegamento funzionale tra il braccio e l’avambraccio. Permette il posizionamento della mano nello spazio, permette all’avambraccio di agire come una leva in sollevamento e trasporto, e fornisce una maggiore precisione nelle attività in catena cinetica aperta e chiusa. Pertanto, anche una restrizione lieve della gamma del movimento del gomito può ridurre significativamente la capacità della mano di raggiungere i suoi obiettivi, con questo problema aggravato dal fatto che le altre articolazioni dell’arto superiore non sono in grado di compensare questa perdita.

Purtroppo, la rigidità è un problema clinico comune in seguito ad trauma del gomito, a causa della rigidità del articolazione ulno-omerale, la presenza di tre articolazioni in uno spazio sinoviale, e la stretta relazione tra la capsula articolare, i legamenti intracapsulari e la muscolatura circostante. In particolare, il muscolo brachiale si sovrappone alla capsula articolare del gomito anteriormente ed è un sito primario di ossificazione eterotopica.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here