La prevalenza del dolore cronico lombo-sacrale: revisione sistematica.

957
INTRODUZIONE

Il low back pain è una condizione comune che colpisce molte persone ad un certo punto della loro vita. La stima è che tra il 5,0% e il 10,0% dei casi si svilupperà un dolore cronico lombo-sacrale (CLBP), che è responsabile di costi elevati di trattamento, non riconoscimento di malattia e sofferenza dell’individuo. La lombalgia è una delle principali ragioni che spingono le persone a cercare dei servizi di assistenza sanitaria. Anche se la CLBP è altamente invalidante, le informazioni sulla sua prevalenza e i fattori di rischio associati non sono conformi in letteratura. La maggior parte dei risultati sono presentati in modo secondario in studi che valutano diversi risultati muscolo-scheletrici e hanno altri obiettivi. Inoltre, gli autori di questo studio hanno trovato una grande variabilità tra gli studi per quanto riguarda la caratterizzazione del mal di schiena cronico e della zona lombo-sacrale.

E’ stata quindi eseguita una revisione sistematica della prevalenza globale della lombalgia, inclusa una sintesi della prevalenza del dolore cronico lombo-sacrale. Tuttavia, le stime di prevalenza trovate dagli autori erano basate su studi con grande variabilità in materia di caratterizzazione anatomica della regione lombare. Così, gli studi inclusi hanno rispettato dei criteri comuni come le definizioni secondo cui il dolore alla schiena e/o il dolore al collo sono stati considerati come “lombalgia”.

L’obiettivo di questa revisione è stato quello di stimare il livello mondiale di prevalenza del mal di schiena cronico a seconda dell’età e del sesso.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here