Lussazione anteriore, cronica e irriducibile di spalla senza significativi deficit funzionali.

4430

Introduzione 
La lussazione cronica di spalla è relativamente rara, anche se la spalla è l’articolazione che più comunemente va incontro a dislocazione ed è spesso incontrata dagli ortopedici in un contesto di emergenza. La lussazione della spalla è più frequente tra i giovani che sono attivi nello sport e nelle attività di vita quotidiana, ma recenti cambiamenti nello stile di vita e una maggiore longevità hanno visto un aumento significativo delle lesioni articolari dislocate tra la popolazione anziana. A differenza dei pazienti più giovani, la dislocazione in questa popolazione viene spesso riscontrata in lesioni piuttosto lievi, in quanto con l’aumentare dell’età i tessuti molli che circondano l’articolazione diventano fragili e degenerati.



Fare la diagnosi non è troppo complicato quando un paziente si reca con sintomi correlati durante la fase acuta, e l’articolazione si riduce con relativa facilità. Tuttavia, una mancata diagnosi da parte dei medici o la negligenza da parte di un paziente nel cercare un trattamento medico dopo un trauma può portare eccezionalmente alla rara condizione della lussazione cronica di spalla. Anche se questo argomento varia in letteratura, la dislocazione cronica è definita come un caso in cui la diagnosi è stata mancata per diversi giorni o settimane dopo la dislocazione iniziale. Quando si ha a che fare con una lussazione cronica, solitamente è difficile da ridurre in modo convenzionale e spesso richiede una procedura chirurgica per ridurre e stabilizzare l’articolazione. Un ritardo nella diagnosi e nel trattamento della condizione, generalmente comporta un significativo deterioramento funzionale e strutturale nella spalla del paziente. La lussazione cronica si riscontra soprattutto in pazienti anziani e disabili mentali oppure in giovani quando si è di fronte a traumi multipli. In molti cercano assistenza medica a distanza di tempo a causa del dolore, deformità estetica e disabilità funzionale dell’articolazione. Per questi pazienti, il dolore non accenna a diminuire nel corso del tempo, e il disagio non è diminuito dalla fisioterapia. Tuttavia, anche se è raro tra le lussazioni croniche, ci sono stati alcuni casi in cui questa condizione sofferente non incitava la persona a recarsi dal medico, con un ulteriore rinvio per stabilire la diagnosi. Nel caso descritto in questo documento, la lussazione della spalla cronica è stata trovata in un paziente dopo 1 anno, con l’individuo interessato avente scarso dolore. Questo paziente non aveva ricevuto cure mediche a causa di un miglioramento dei sintomi e della funzionalità poco dopo un infortunio. In questo documento si discute su un rarissimo caso di lussazione asintomatica cronica anteriore di spalla non ridotta, trovata in un paziente anziano, con una revisione della letteratura in materia.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here