L’affidabilità del test di FABER per misurare il ROM dell’anca.

2821

INTRODUZIONE
Il test di flessione, abduzione e rotazione esterna (FABER) dell’anca è comunemente utilizzato come un test di provocazione per rilevare una patologia articolare dell’anca, della colonna vertebrale lombare, o sacro-iliaca. Diversi autori hanno riportato l’utilità e l’affidabilità del test di FABER come test di provocazione per l’anca. Essi hanno inoltre indicato che la valutazione del dolore con il FABER test può essere un’utile aggiunta ad un esame completo, in particolare per un dolore anteriore all’anca o all’inguine. Si pensa anche che il test di FABER abbia un’utilità clinica come valutazione della gamma multi-direzionale di movimento (ROM) dell’anca, anche se la ricerca è carente per quanto riguarda l’uso del FABER per questo scopo.

Si suggerisce che il FABER ROM (l’altezza dell’epicondilo femorale laterale) sia indicativo di retrazione capsulare, di uno spasmo muscolare dello psoas, o schiacciamento posteriore della testa del femore nell’acetabolo. Il metodo utilizzato per quantificare il FABER ROM è quello di misurare la distanza perpendicolare dalla superficie di appoggio, da sdraiati, all’epicondilo femorale laterale. In particolare, è stato suggerito che un’asimmetria degli arti in questa altezza può indicare il potenziale conflitto femoro-acetabolare (FAI) o una patologia dell’anca sul lato che presenta una ridotta gamma di movimento. In particolare, un arco di 3-4 cm di asimmetria tra gli arti è stato suggerito essere una possibile indicazione di FAI.

Mentre gli esperti clinici riportano l’utilità dell’altezza nel Faber, l’unico studio, fino ad oggi, che ha riportato le misure di altezza FABER è stato eseguito su una popolazione di golfisti professionisti. I valori normativi in una popolazione generale e i valori di simmetria tra lato e lato rimangono sconosciuti. Inoltre, non sono state stabilite l’affidabilità e la minima variazione rilevabile (MDC) di queste misurazioni. Infine, l’altezza FABER potrebbe variare in base alla lunghezza della coscia. Pertanto, può essere necessario normalizzare l’altezza FABER in base alla lunghezza della coscia oppure ancora meglio utilizzare una misura senza questa limitazione, come l’uso di un inclinometro.

OBIETTIVO
Gli scopi di questo studio sono stati:
  • stabilire i valori normativi, l’affidabilità e i valori MDC per l’altezza FABER, il FABER ROM normale, e le simmetrie,
  • confrontare l’affidabilità e i valori MDC del Faber test misurati tramite un righello, il FABER ROM normale, e il test di FABER misurato tramite un inclinometro.

English Abstract

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here