L’inattività fisica è associata a dischi intervertebrali lombari ridotti in altezza, ad alto contenuto di grassi dei muscoli paravertebrali e ad episodi di lombalgia più frequenti.

6701

INTRODUZIONE
Il Global Burden of Disease ha classificato la lombalgia come la principale causa di disabilità in 291 condizioni esaminate, e la sesta in termini di malattia invalidante passando da 58,2 milioni nel 1990 a 83.000.000 di individui nel 2010. Individuare i fattori di rischio associati alla lombalgia e modificarne alcuni può quindi essere utile per ridurre il peso di questa condizione.

Anche se l’inattività fisica è stata associata a numerosi disturbi cronici muscolo-scheletrici, soltanto due revisioni sistematiche hanno dimostrato scientificamente il collegamento tra l’inattività fisica e il mal di schiena. Mentre una revisione sistematica di 15 studi ha trovato solo uno studio che dimostra una relazione positiva significativa tra l’inattività fisica e la lombalgia, le popolazioni indagate sono state diverse, ovvero comprendevano sia i bambini sia gli adulti. Una recente revisione sistematica di 17 studi ha concluso che il rapporto tra l’attività fisica e il mal di schiena era troppo eterogeneo per raggiungere una conclusione.
Mentre molti studi hanno indagato, anche se in modo inconcludente, l’associazione tra attività fisica e il mal di schiena, le associazioni tra l’attività fisica e le strutture della colonna vertebrale non sono state ampiamente studiate. Diversi studi hanno dimostrato che la stimolazione meccanica è necessaria per mantenere l’integrità del disco intervertebrale, e che l’immobilità forzata è associata ad atrofia muscolare e ad una marcata riduzione della massa muscolare osservata dopo una lesione del midollo spinale. Può essere quindi che l’inattività fisica giochi un ruolo nella patogenesi di queste anomalie strutturali. Quali strutture sono di significato clinico è, tuttavia, speculativo, anche se l’altezza del disco intervertebrale e i contenuti di massa muscolare e il grasso paraspinale hanno dimostrato di essere associati con il mal di schiena.

Lo scopo di questo studio è stato quello di esaminare l’associazione tra i livelli di attività fisica tra gli adulti e alcune strutture della colonna vertebrale lombare, tra cui l’altezza del disco intervertebrale e le proprietà muscolari paravertebrali (sezione trasversale e contenuto di grassi). Gli autori dello studio hanno analizzato anche il rapporto tra lombalgia e la disabilità, ipotizzando che l’inattività fisica sarebbe associata in modo indipendente ad un disco intervertebrale ridotto in altezza, meno CSA e alto contenuto di grassi dei muscoli paravertebrali.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here