Effetto della forza muscolare dei tre fasci del trapezio sulla cinematica scapolare tridimensionale.

7496

INTRODUZIONE
Durante l’elevazione del braccio, la scapola si muove verso la rotazione interna o esterna, la rotazione verso l’alto e l’inclinazione posteriore. È ampiamente accettato che l’ampia gamma di mobilità nella spalla è stata associata alla mobilità scapolare e alla stabilità gleno-omerale. La posizione e l’orientamento dinamico scapolare è stato associato a molti fattori, come la postura toracica, la forza dei tessuti molli legati alla capsula e la mancanza di controllo neuromuscolare. Tate et al. hanno precedentemente riportato che la posizione scapolare influenza la resistenza ottimale di elevazione. A causa dell’importanza di fornire una adeguata mobilità scapolare e la stabilità, i ricercatori hanno recentemente esaminato i fattori che influenzano la posizione scapolare e l’orientamento.

Il movimento del complesso scapolare è controllato da molti muscoli scapolari, precedentemente definiti come i muscoli con coppie di forza. I muscoli con coppia di forza creano movimenti scapolari rotanti coordinati e sincronizzati. Le proprietà cinematiche tridimensionali (3-D) scapolari si verificano a seguito di una produzione equilibrata della forza del fascio superiore, medio ed inferiore del muscolo trapezio, nonché del muscolo dentato anteriore. Allo stesso tempo, questo opportuno orientamento scapolare consente una corretta funzionalità e prestazioni ottimali del complesso della spalla durante le attività sportive o occupazionali. Molti ricercatori hanno suggerito che la debolezza di uno o più muscoli scapolari potrebbe rivelare uno squilibrio muscolare e alterare la cinematica scapolare. Inoltre, lo squilibrio muscolare scapolare è stato suggerito come fattore che contribuisce al dolore alla spalla. Studi elettromiografici sugli squilibri di attivazione muscolare hanno riportato che i soggetti con dolore alla spalla hanno aumentato i livelli di attivazione del trapezio superiore. Le proprietà neuromuscolari quali la temporizzazione e l’attivazione del muscolo trapezio sono fattori confermati che influenzano la posizione e l’orientamento scapolare; tuttavia, l’effetto specifico della forza non è stato chiarito.

L’analisi dell’effetto della prestazione muscolare scapolare sulla cinematica scapolare 3-D durante l’elevazione delle spalle può consentire il miglioramento delle conoscenze complete sul comportamento scapolare in spalle sane e può inoltre fornire una base per i metodi di valutazione clinica e le considerazioni biomeccaniche nella riabilitazione delle spalle.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here