Osteoporosi – Prevenzione, Diagnosi e Trattamento: Una revisione sistematica.

7416

INTRODUZIONE

L’osteoporosi deriva da una riduzione della quantità di tessuto osseo e dal deterioramento della microstruttura ossea, portando ad una perdita generale della resistenza ossea e di un rischio di frattura maggiore. Anche se fa parte del processo di invecchiamento naturale, l’osteoporosi non riguarda tutti allo stesso livello. La condizione è comune in Svezia, i costi socioeconomici annuali per l’osteoporosi e le relative fratture arrivano a 3,5 miliardi di corone. La letteratura scientifica sulla prevenzione, la diagnosi e il trattamento dell’osteoporosi è stata sistematicamente riesaminata.
EPIDEMIOLOGIA
L’osteoporosi è una condizione comune in Svezia. Una donna su tre di età compresa tra i 70 e i 79 anni presenta un quadro di osteoporosi, rivelata misurando la densità ossea dell’anca. L’osteoporosi può portare a fratture a seguito di microtraumatismi ripetuti sull’osso. Ogni anno, l’osteoporosi è associata a circa 70.000 fratture, di cui 18.000 sono fratture dell’anca. La qualità della vita si deteriora in molti pazienti fratturati all’anca e il tasso di mortalità è elevato. Le fratture dell’anca rappresentano più della metà dei costi diretti sanitari legati alle fratture.
FATTORI DI RISCHIO

I pazienti con fratture associate all’osteoporosi sono un gruppo sotto trattamento per quanto riguarda la farmacoterapia per prevenire nuove fratture. Importanti fattori di rischio per le fratture correlate all’osteoporosi che possono essere trattate sono l’inattività fisica, il peso ridotto, il fumo di sigaretta, il consumo elevato di alcol, la tendenza a cadere, la visione compromessa, la scarsa esposizione alla luce solare e l’uso di corticosteroidi.L’osteoporosi è solo uno dei diversi fattori di rischio per le fratture. La misura della densità ossea ha da sola poca probabilità di prevedere la frattura dell’anca in individui che sono a rischio di frattura. Importanti fattori di rischio che non possono essere influenzati e trattati includono la vecchiaia, il sesso femminile, la storia di una frattura precedente e l’ereditarietà. Il valore della misurazione della densità ossea è maggiore in quelli con più fattori di rischio tra questi.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here