Trattamento infiltrativo della borsite trocanterica.

3763

Introduzione

Sono state descritte svariate borse sinoviali nella regione dell’anca, ma in molti testi di anatomia, come nel Gray, sono descritte solo tre principali borse a livello dell’anca. La prima grande e molto spessa borsa multiloculare, separa la superficie profonda del muscolo del grande gluteo dal grande trocantere e dai corti muscoli rotatori. La seconda si trova sulla tuberosità dell’ischio. La terza si trova tra l’inserimento del tendine del muscolo del grande gluteo e del muscolo vasto laterale. Qualsiasi di queste può essere coinvolta in un processo patologico e quella più predisposta a fenomeni del genere è la grande borsa che si trova tra il grande trocantere e il muscolo grande gluteo. Cooperman ha descritto la borsite ematogena acuta che coinvolge la borsa trocanterica, con la formazione di materiale purulento. Se c’è un’infezione purulenta della borsa trocanterica, è abbastanza possibile avere infezioni purulenti nell’articolazione dell’anca. Questa condizione è conosciuta come artrite piogenica. Ogni dolore profondo sul lato posteriore dell’anca con segni di infezione richiede ulteriori ricerche per un borsa infetta. La diagnosi può essere fatta per aspirazione. Dai primi anni ’30 la borsa trocanterica (TB) è stata riportata da molti autori. Lo sviluppo di una tubercolosi calcificante è stata spesso descritta da molti autori.

Alcuni autori hanno sottolineato l’analogia tra la borsite trocanterica acuta e quella della spalla. La calcificazione in entrambi è localizzata in un tendine adiacente alla borsa all’estremità prossimale dell’arto. Le due condizioni hanno trattamenti simili che prevedono l’induzione di iperemia per promuovere l’assorbimento del deposito di calcio e la sospensione dei sintomi. C’è una grande differenza tra la borsite trocanterica prima e dopo il trattamento. La risposta al trattamento è più spesso favorevole nell’articolazione dell’anca che nell’articolazione della spalla. Un trattamento conservativo è solitamente sufficiente nell’articolazione dell’anca. La TB si verifica raramente da sola; di solito si presenta con altre entità cliniche. La diagnosi differenziale di TB comprende: una sindrome del dolore del grande trocantere (GTPS), una frattura da stress del collo femorale, una sindrome della bandelletta illiotibiale, una radicolopatia, una sindrome del dolore alla schiena, una grande osteomielite trocanterica, tumori o metastasi di adenocarcinoma polmonare, e l’artrosi dell’anca.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here