Differenze di co-contrazione muscolare della caviglia tra giovani e anziani durante il controllo posturale dinamico a diverse velocità.

7618

INTRODUZIONE
La co-contrazione muscolare è la contrazione simultanea di muscoli agonisti e antagonisti che attraversano un’articolazione. Fondamentalmente, in un unico movimento articolare, un muscolo antagonista è inibito per consentire ad un muscolo agonista di funzionare fluentemente; questo processo è chiamato inibizione reciproca. Durante i movimenti qualificati, gli individui atletici producono una coppia di forza sull’articolazione, attivando muscoli agonisti e antagonisti in modo ottimale. La co-contrazione muscolare è essenziale per la stabilizzazione delle articolazioni durante le prestazioni motorie raffinate.

Diversi studi hanno mostrato una maggiore co-contrazione muscolare nelle persone anziane che nei giovani. La maggiore co-contrazione muscolare permette di controllare meglio l’influenza posturale con l’irrigidimento della loro articolazione. Al contrario, Ge ha descritto che un movimento rigido del corpo indotto da un’eccessiva co-contrazione muscolare possa portare potenzialmente ad un elevato rischio di instabilità sui disturbi posturali. Inoltre, una forte co-contrazione muscolare aumenta il rischio di un eccessivo utilizzo dell’energia, con conseguente affaticamento. Esistono opinioni diverse in merito ai vantaggi/svantaggi biomeccanici della co-contrazione muscolare nelle persone anziane.

Esaminando il rapporto tra la co-contrazione muscolare e l’influenza posturale nelle persone anziane, Nagai et al. hanno mostrato una maggiore co-contrazione muscolare dell’articolazione tibio-tarsica durante la permanenza statica, durante il functional reach test (FRT), durante il functional stability boundary test (spostando il peso corporeo verso le punte senza l’appoggio dei talloni dalla posizione statica, e sull’andatura in persone anziane. Hanno inoltre mostrato una correlazione tra la co-contrazione muscolare e la scarsa capacità di controllo posturale, mentre non esisteva alcuna relazione tra la co-contrazione muscolare e la velocità dell’arto. Hortobágyi et al. hanno confrontato l’attivazione muscolare della gamba antagonista nei giovani e negli adulti anziani mentre camminavano a varie velocità. L’attivazione dei muscoli antagonisti è aumentata con l’aumentare della velocità di andata nei giovani adulti, ma non negli adulti anziani.

Questi risultati suggeriscono diversi schemi di adattamento della co-contrazione muscolare, aumentando la velocità di camminata in adulti giovani e anziani. Le persone anziane potrebbero non essere in grado di adattarsi alla velocità del gesto, aumentando un’attivazione muscolare appropriata, rispetto ai giovani. Durante la normale deambulazione e le manovre dinamiche di controllo posturale, è stato mostrato un deterioramento della velocità in relazione all’età. Gli autori dello studio hanno ipotizzato che i movimenti veloci hanno influenze diverse sul controllo posturale dinamico nelle persone anziane rispetto ai giovani. Questo è stato particolarmente vero per l’attivazione muscolare. Inoltre, la capacità di reclutare rapidamente le unità motorie può diminuire con il crescere dell’età, visto che gli anziani iniziano a mostrare il rallentamento del movimento posturale. Uno scarso controllo posturale con la co-contrazione muscolare è probabile durante i veloci compiti di controllo posturale dinamici nelle persone anziane.Pertanto, è stato importante valutare l’impatto posturale e la co-contrazione muscolare durante il controllo posturale dinamico a velocità sostenute negli anziani. Tuttavia, l’effetto della velocità sulla co-contrazione muscolare dell’articolazione della caviglia durante il controllo posturale dinamico tra i giovani e gli anziani rimane sconosciuto.

OBIETTIVO

L’obiettivo di questo studio è stato quello di approfondire gli effetti muscolari di co-contrazione sulla caviglia. Gli autori dello studio anche cercato di comprendere meglio i meccanismi di controllo posturale dinamico correlati alla co-contrazione muscolare nelle persone anziane. Si sono confrontate le caratteristiche cinematiche e cinetiche e gli effetti della co-contrazione muscolare sull’articolazione della caviglia in adulti giovani e anziani durante un test funzionale di stabilità a diverse velocità.

English Abstract

Full English Version PDF

Potrebbe interessarti:

  1. La cocontrazione del muscolo tibiale anteriore e del muscolo trasverso addominale migliora la condizione in pazienti con lombalgia?
  2. L’uso dei muscoli antagonisti analizzati con EMG nella valutazione della salute neuromuscolare della parte bassa della schiena.
  3. La biomeccanica della caviglia.
  4. Ultimi articoli

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here