Differenze nella colonna vertebrale lombare e nella cinematica degli arti inferiori nelle persone con e senza dolore alla schiena durante un compito di step up.

6465

INTRODUZIONE
Il mal di schiena (LBP) è una malattia cronica che colpisce fino al 36% della popolazione in un determinato anno e fino all’80% delle persone a un certo punto durante la loro vita. In una revisione sistematica sull’onere globale della malattia, la lombalgia è la più alta in disabilità e sesta nel costo complessivo. Negli Stati Uniti, il costo annuo stimato di LBP supera i 100 miliardi di dollari.Oltre ad essere costoso, il LBP influisce sulla qualità della vita, con conseguente assenza dal lavoro, diminuzione dell’attività e maggiore difficoltà nella cura dei bambini. È spesso difficile identificare la fonte del LBP e sono presenti spesso dei casi in cui non si sono rilevate anomalie con la radiologia. Tuttavia, gli investigatori e i clinici hanno proposto che le anomalie di movimento possano contribuire allo sviluppo e alla ricorrenza di LBP. Identificare i movimenti anormali nelle persone con LBP può portare ad interventi più efficaci e basati sul movimento.

Una vasta quantità di ricerche è stata condotta per individuare le disabilità del movimento nelle persone con LBP durante movimenti semplici del tronco e degli arti. Queste informazioni sono utili quando si conducono e si interpretano i risultati di un esame clinico. Alcuni di questi test clinici includono la flessione in avanti, la flessione laterale del tronco, l’estensione da prono, l’estensione dell’anca dal fianco, la flessione del ginocchio e la rotazione esterna dell’anca. Un numero limitato di studi ha eseguito una relazione sulla cinematica della colonna lombare durante le attività funzionali, che possono essere più rappresentative delle attività quotidiane. Gli esaminatori hanno valutato alcuni compiti funzionali come salire le scale, mettersi un calzino, il sollevamento e il trasferimento di una scatola, e raccogliere oggetti dal pavimento. A seguito di queste operazioni, gli investigatori hanno generalmente riferito che le persone con LBP presentano meno flessione sagittale e laterale, ma maggiori quantità di rotazione assiale rispetto alle persone senza LBP.

Nonostante le prove esistenti sulla cinematica della colonna vertebrale lombare durante i test clinici e le attività funzionali, ci sono diversi fattori importanti che non sono stati considerati costantemente. In primo luogo, gran parte della ricerca precedente ha considerato la colonna lombare un unico segmento rigido. Considerare la colonna vertebrale come un segmento rigido può essere problematico, in quanto non tiene conto dell’indipendenza del movimento all’interno delle diverse regioni della colonna lombare. Inoltre, Mitchell et al. hanno riferito che le regioni lombari superiori e inferiori mostrano caratteristiche di movimento differente. Infine, pochi investigatori hanno caratterizzato il movimento delle estremità inferiori durante i compiti funzionali in persone con LBP. Crosbie et al. e Shum et al. hanno riferito che le persone con una storia di LBP hanno mostrato alterato coordinazione lombare e dell’anca rispetto al gruppo di controllo. Sulla base di questi risultati, più ricerca è necessaria per esaminare sia la colonna vertebrale lombare e la cinematica degli arti inferiori durante le attività funzionali.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here