Test di distrazione passiva

2029

ABSTRACT

SCOPO

Lo scopo di questa relazione è stato quello di presentare una nuova manovra provocatoria, il test di distrazione passiva (PDT), come strumento di esame da utilizzare nella valutazione dei pazienti che si pensa possano avere una lesione SLAP e di verificare la sua precisione, affidabilità e riproducibilità sia da solo che in combinazione con altri test pubblicati in precedenza.

METODI

È stata eseguita un’analisi retrospettiva di 319 artroscopie eseguite tra il maggio 2001 e il novembre 2003. Sono stati esclusi un totale di 65 casi, 53 a causa della limitazione dell’elevazione (minore di 150 gradi) o del dolore nella posizione di partenza e altri 12, lasciando 254 casi di revisione. E’ stata ottenuta una storia completa con tanto di esame fisico esaustivo eseguito con una messa a fuoco sulle spalle coinvolte, incluse test specifici provocatori per la diagnosi clinica di una lesione SLAP. Il test di compressione attivo, il test di scivolamento anteriore e il test di distrazione passiva sono stati usati per diagnosticare clinicamente una lesione SLAP. I risultati delle 3 manovre provocatorie sono stati confrontati con i risultati artroscopici per determinare la sensibilità, la specificità, il valore predittivo negativo (NPV) e il valore predittivo positivo di ciascun test da solo e in una combinazione con gli altri.

RISULTATI

Di 254 artroscopie di spalla, 61 avevano una lesione SLAP clinicamente significativa, per un’incidenza del 24%. La sensibilità e la specificità del test di distrazione passiva erano rispettivamente del 53% e del 94%, con un valore predittivo negativo dell’87% e un valore predittivo positivo del 72%. In combinazione, il PDT e il test di compressione attiva hanno prodotto un valore predittivo negativo del 90,5%.

CONCLUSIONI

Il test di distrazione passiva può essere usato da solo o in combinazione con altri test per aiutare i fisioterapisti nella valutazione clinica e nella diagnosi funzionale di una SLAP lesion.

English Abstract

Potrebbe interessarti:

  1. La precisione del “subacromial grind test” nella diagnosi della lesione del sovraspinoso nella cuffia dei rotatori.
  2. Il Belly Press test nella valutazione funzionale del muscolo sottoscapolare: convalida elettromiografica e confronto con il lift-off test.
  3. Bear Hug test
  4. Ultimi articoli

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here