Il test di scivolamento laterale scapolare: correlazione tra l’asimmetria scapolare e le differenze nell’attività dei muscoli adiacenti alla scapola.

9791

INTRODUZIONE
L’articolazione della spalla ha una maggiore portata di movimento rispetto ad altri articolazioni del corpo umano e può muoversi in varie direzioni. Ciò è possibile a causa della sua struttura anatomica, dalle caratteristiche della superficie articolare tra la testa omerale e la cavità glenoidea e l’instabilità relativamente elevata di questa superficie articolare. Poiché l’articolazione è instabile, la spalla ha un maggiore rischio di lesioni. Tuttavia, i muscoli adiacenti all’articolazione della spalla vanno a ridurre questa instabilità e possono essere più importanti di quelli che circondano altre articolazioni per quanto riguarda il loro contributo alla stabilità.

L’aumento dell’uso degli smartphone comporta il mantenimento prolungato in posture anomale delle persone che ne fanno uso. Anche se il corpo umano normalmente distribuisce i carichi ad ogni muscolo in modo uniforme, la fatica dei muscoli che sostengono una postura aumenta quando la postura viene mantenuta per una durata prolungata. Se una posizione è mantenuta ripetutamente, la lunghezza muscolare aumenta e la resistenza diminuisce, causando un circolo vizioso e un allineamento anormale del corpo. In particolare, il ruolo dei muscoli nella stabilizzazione dell’articolazione delle spalle li mette sotto maggiore stress.

I muscoli della cuffia dei rotatori forniscono la stabilità tra l’omero e la scapola nell’articolazione della spalla e il significato di questi muscoli è clinicamente riconosciuto. Tuttavia, la stabilità tra la scapola e la colonna non è meno significativa rispetto alla stabilità della spalla. Considerando che il l’articolazione scapolo-toracica non è direttamente connessa alle vertebre, e la sua posizione o allineamento è determinata dai muscoli, la dipendenza dai muscoli per la sua stabilità è elevata.

Gli studi hanno tentato di prevedere l’allineamento anomalo dell’articolazione della spalla o dei muscoli avendo in mente la posizione della scapola, ad esempio nella scapola alata, se la stabilità dell’articolazione scapolo-toracica diminuisce. In questi studi è stato utilizzato il test di scivolamento laterale scapolare (LSST). Kibler ha riferito che la diminuzione della stabilità e l’allineamento anormale potrebbero essere osservati misurando la distanza tra la colonna vertebrale toracica e la scapola.

L’asimmetria scapolare, valutata dal test di scivolamento laterale scapolare, riflette una diminuzione della stabilità della scapola e può portare ad un deterioramento funzionale della maggior parte dei muscoli che contribuiscono a questa stabilità. La correlazione tra asimmetria scapolare e attività muscolare può essere analizzata misurando oggettivamente l’attività muscolare e il movimento.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here