L’esercizio fisico in un ambiente di lavoro migliora la forza muscolare e il dolore muscoloscheletrico.

4557

INTRODUZIONE
Negli ultimi decenni è emersa la prova che l’attività fisica e la forma fisica siano associate a diminuita mortalità e risultati positivi per la salute. Nonostante ciò, la maggior parte degli adulti del mondo occidentale non è sufficientemente attiva, cioè non soddisfa le raccomandazioni internazionali di attività moderata e vigorosa. Inoltre, a causa di un’evoluzione tecnologica, ci troviamo di fronte ad un aumento della forza lavoro sedentaria, che è illustrato dal fatto che fino al 27% dei lavoratori europei sono seduti tutto o quasi tutto il tempo di un giorno lavorativo. Tale stile di vita richiede basse resistenze muscolari e basse capacità cardiorespiratorie e come ha come conseguenza un’elevata prevalenza del dolore muscolo-scheletrico. In Europa, il dolore muscoloscheletrico rappresenta circa il 40% di tutte le malattie professionali ed è considerato un problema crescente. La presenza di dolore muscoloscheletrico è stato associato ad una ridotta qualità della vita dell’individuo, riduzione della produttività e all’aumento delle assenze per malattia sul luogo di lavoro, con gravi conseguenze economiche per la società. Quindi, è essenziale identificare delle strategie che possano contrastare questi potenziali problemi di salute.

E’ stato suggerito di considerare il luogo di lavoro come un’arena particolarmente prioritaria per la promozione della salute, in quanto offre l’opportunità di raggiungere una popolazione ampia e varia e impegnare le persone che non avrebbero altrimenti tempo o dovrebbero affrontare altri ostacoli per partecipare all’attività fisica. Gli studi hanno già individuato gli effetti positivi degli interventi sul posto di lavoro che promuovono la salute e l’attività fisica sul miglioramento della forma fisica così come le riduzioni di assenteismo per malattia, lo stress del lavoro, e il dolore muscolo-scheletrico. Sono state fornite prove forti per alleviare il dolore muscoloscheletrico degli arti superiori mediante esercizio fisico sul posto di lavoro.

Poiché il luogo di lavoro comporta una popolazione ampia e diversificata, non tutti i dipendenti possono beneficiare dello stesso programma di allenamento. Nonostante la stessa esposizione occupazionale, esistono differenze individuali in termini di capacità fisica e di salute che devono essere considerati anche in un programma di esercizio fisico che promuove la salute. Pertanto, gli autori dello studio hanno sviluppato un concetto di attività fisica definito come Training all’Esercizio fisico Intelligente (IPET). Per ciascun dipendente sul posto di lavoro è stato progettato un’addestramento fisico personalizzato, bilanciando l’esposizione professionale con i fattori fisici e gli indicatori di rischio per la salute. Il regime di addestramento combina varie forme di allenamento fisico per migliorare la forma fisica cardiorespiratoria, gli indicatori individuali di rischio sanitario e la salute muscolo-scheletrica sulla base di un controllo di salute preliminare.

Lo scopo del presente lavoro è stato quello di studiare gli effetti sulla salute muscolo-scheletrica. I cambiamenti nella forza muscolare e del dolore muscoloscheletrico sono stati monitorati dopo un intervento di un anno con un’ora settimanale di IPET ad alta intensità controllata sul posto di lavoro combinato con raccomandazioni di attività fisica del tempo libero.

CONCLUSIONE
Questo studio ha dimostrato che un’ora di allenamento fisico personalizzato una volta alla settimana integrato nel giorno lavorativo, combinata alla raccomandazione di 30 minuti di attività fisica moderata per sei giorni alla settimana, ha avuto un significativo effetto positivo tra i gruppi sulla forza muscolare. Solo i partecipanti che aderiscono al 70% o più all’esercizio sul posto di lavoro hanno raggiunto un effetto significativo e benefico sul dolore al collo negli ultimi tre mesi. Sono state osservate significative riduzioni all’interno del gruppo sul dolore muscoloscheletrico in diverse regioni del corpo. Le evidenze combinate dal presente e da numerosi studi precedenti suggeriscono che è ora “il momento di andare avanti” e di implementare IPET in larga scala sul mercato del lavoro.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here