Legamento crociato anteriore e propriocezione: effetti di una lesione trattata in via conservativa.

104

INTRODUZIONE
Il legamento crociato anteriore (LCA) è il legamento più conosciuto del ginocchio con circa il 6,5% di ​​infortuni per 10.000 esposizioni atletiche. Inoltre, a seguito di questo infortunio c’è un rischio significativamente maggiore di sofferenza di problemi secondari come l’osteoartrosi nell’arto danneggiato e lesioni al ginocchio. Questi problemi secondari possono essere collegati ad una propriocezione alterata a seguito di danni all’LCA. Il legamento crociato anteriore contiene elementi neurali come corpuscoli di Ruffini, gli organi tendinei di Golgi e i corpuscoli di Pacini e sono stati riportati connessioni tra questi meccanorecettori e il sistema nervoso centrale. La propriocezione svolge un ruolo fondamentale nell’efficiente controllo motorio. Quindi, se i meccanorecettori del legamento crociato anteriore diventano vittime di un trauma, allora le informazioni afferenti importanti relative alla posizione e al movimento del ginocchio possono essere alterate e portare a modelli di controllo motorio modificati che potrebbero produrre lesioni secondarie.
Fino al 90% dei pazienti affetti da una lesione al LCA optano per la ricostruzione chirurgica del legamento danneggiato. Tuttavia, i pazienti possono anche scegliere di trattare con cura l’infortunio attraverso un programma riabilitativo. Ci sono stati meno studi considerando la propriocezione di questi pazienti rispetto a quelli che sono stati sottoposti a chirurgia ricostruttiva, forse a causa della disponibilità di questa popolazione. Tuttavia, la letteratura disponibile fornisce una visione contrastante nei confronti della propriocezione e dei pazienti affetti da lesione al legamento crociato anteriore. Alcuni autori hanno riportato un deficit di senso comune della posizione (JPS) in pazienti affetti da lesione al LCA. Fremerey et al hanno eseguito delle misurazioni del JPS da un gruppo di pazienti con lesione al LCA acuta e trattata in modo conservativo con la terapia fisica (<12 giorni dopo infortunio) ed da un gruppo di pazienti con lesione LCA cronica che avevano subito una chirurgia ricostruttiva e una riabilitazione fino a 12 mesi dopo l’intervento ( una media di 12 mesi dopo l’infortunio). I risultati hanno indicato che solo il gruppo di pazienti con una lesione acuta aveva un JPS significativamente più basso nel loro ginocchio rispetto al secondo gruppo. Hugn-Maan et al. e Katayama et al riportarono una significativa riduzione del JPS nei pazienti con lesione cronica del LCA che avevano affrontato un periodo di terapia fisica nel ginocchio lesionato. Si pensa che il numero e la funzionalità dei meccanorecettori residui in un LCA lesionato si riduca nel tempo. E’ quindi plausibile che i pazienti che hanno optato per un trattamento conservativo per una lesione del LCA possano avere una riduzione della propriocezione nel tempo a causa della perdita di qualsiasi meccanorecettore inizialmente funzionante.

1
2
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here