L’effetto della tecnica Graston sul dolore e sulla gamma di movimenti nei pazienti con dolore cronico lombo-sacrale.

406
INTRODUZIONE

Le persone con mal di schiena cronico (CLBP) si piegano in avanti per tornare dritti a causa dell’equilibrio precario delle strutture posteriori come i legamenti e gli erettori spinali. I pazienti con CLBP hanno problemi neuromuscolari o un problema di muscoli interni, debolezza muscolare, dolore a causa di accorciamento che si verifica per sopperire al dolore al dolore stesso. Una differenza significativa nelle attività muscolari degli erettori spinali tra i gruppi è stata ottenuta quando si torna alla posizione eretta dalla massima flessione. Inoltre, il ritardo tra il movimento del tronco e dell’anca è molto maggiore nei soggetti con CLBP che nei soggetti sani. Questo studio ha dimostrato che il coordinamento neuromuscolare tra il tronco e l’anca potrebbe essere anormale nei pazienti con CLBP.

La mobilizzazione del tessuto molle assistita da strumenti o semplicemente a mano (IASTM) è un nuovo approccio che consente ai medici di localizzare e trattare in modo efficiente gli individui diagnosticati con disfunzione dei tessuti molli. Lo IASTM è una procedura che sta rapidamente crescendo in popolarità grazie alla sua efficacia ed efficienza pur rimanendo non invasiva, con le proprie indicazioni e limitazioni. Gehlsen et al. hanno esaminato gli effetti di tre pressioni IASTM specifiche sui tendini achillei dei ratti. Hanno concluso che la produzione di fibroblasti è direttamente proporzionale alla grandezza della pressione IASTM utilizzata dal medico. Davidson et al. hanno sostenuto Gehlsen et al. concludendo che la mobilizzazione intramuscolare (IM) ha aumentato significativamente la produzione di fibroblasti nei tendini d’achille del ratto usando la microscopia elettronica per analizzare i campioni di tessuto dopo l’applicazione di IM. Davidson et al. hanno trovato cambiamenti morfologici nel reticolo endoplasmatico ruvido dopo l’applicazione di IM. Questo processo può indicare che i microtraumatismi applicati ai tessuti danneggiati hanno una conseguente risposta acuta di produzione di fibroblasti. I risultati di questo studio indicano che un’applicazione di IASTM alla parte bassa della colonna vertebrale offre miglioramenti acuti sia nell’ambito della gamma di movimento in adduzione (ROM) gleno-omerale che nel ROM in rotazione interna tra i giocatori di baseball.

Nel presente studio gli autori hanno determinato i cambiamenti nel dolore e nel ROM dei muscoli della schiena dopo la terapia utilizzando la tecnica Graston in pazienti con CLBP. Si è ipotizzato che la tecnica Graston aumenterebbe il ROM e diminuirebbe il dolore più dell’esercizio generale.

ABSTRACT

[Scopo] 

I clinici hanno riportato gli effetti di vari strumenti di mobilizzazione dei tessuti molli (IASTM) in pazienti. Lo scopo di questo studio è stato quello di studiare gli effetti della tecnica Graston e dell’esercizio generale sul dolore e sulla gamma di movimenti (ROM) nei pazienti con CLBP.
[Soggetti e metodi] 
30 pazienti con CLBP hanno partecipato allo studio (tecnica Graston: 15; Controllo: 15). Prima e dopo il programma di intervento di 4 settimane, il dolore è stato valutato utilizzando una scala visiva analogica (VAS). Il ROM lombare è stato misurato utilizzando uno smartphone. Gli effetti principali e l’interazione sono stati analizzati con due vie ripetute ANOVA.
[Risultati] 
È stata osservata un’interazione significativa per la VAS e il ROM. Un t-test accoppiato post hoc ha mostrato che il dolore è diminuito significativamente dopo l’intervento all’interno del gruppo Graston. Il ROM lombare è aumentato significativamente nel post intervento in entrambi i gruppi.
[Conclusione] 
La tecnica Graston e l’esercizio generale hanno determinato un sollievo dal dolore e un maggiore ROM. Tuttavia, il gruppo Graston ha mostrato un significativo miglioramento della VAS e del ROM più del gruppo di controllo. Questi risultati suggeriscono che la tecnica Graston può essere utile come diminuzione del dolore e aumento del ROM per i pazienti con CLBP. 

English Abstract

Full English Version PDF

Potrebbe interessarti:

  1. Dolore acuto al rachide cervicale e al rachide dorsale: interventi preventivi.
  2. Differenze nella colonna vertebrale lombare e nella cinematica degli arti inferiori nelle persone con e senza dolore alla schiena durante un compito di step up.
  3. Effetti del Pilates sui pazienti con dolore cronico non specifico: un riesame sistematico.
  4. Home Page
 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here