Terapia ad onde d’urto extracorporee sulla riduzione del dolore cronico in pazienti con borsite della zampa d’oca.

883

INTRODUZIONE

Il dolore al ginocchio è una delle cause più comuni dei pazienti che si riferiscono ai centri di trattamento fisioterapico, e diversi fattori sono coinvolti nella sua eziologia. Diversi tipi di borsite, tra cui quella ischio-glutea, del grande trocantere, della zampa d’oca, patellare, poplitea e la borsite retro-calcaneare sono le cause del dolore agli arti inferiori dei pazienti che si riferiscono ai centri di trattamento. La maggior parte di questi pazienti guarisce spontaneamente, mediante trattamenti conservativi e modificazioni dell’attività. [] L’infiammazione di una borsa situata sotto i tendini della zampa d’oca (semitendinoso, sartorio e e gracili, a livello prossimale e antero-mediale della tibia) è chiamata borsite della zampa d’oca (PAB). Nella maggior parte dei casi, la presenza di PAB nei pazienti non può essere dimostrata; [,] quindi la diagnosi di sindrome PAB è spesso basata su caratteristiche cliniche. [] L’ecografia può facilitare la diagnosi di PAB [,] Tuttavia, nella maggior parte dei casi sospetti mancano significativi risultati ecografici. [] In uno studio, solo il 2,5% di questi pazienti ha mostrato segni radiologici di PAB in risonanza magnetica (MRI); [,] pertanto la diagnosi di PAB non può basarsi esclusivamente sui risultati della risonanza magnetica, ma è utile per escludere altre cause strutturali di dolore tibiale prossimale come frattura da stress e cisti ossee [,] Le carenze biomeccaniche comuni che possono verificarsi insieme a questa patologia includono la debolezza dei muscoli del core, la debolezza dei muscoli mediali della coscia, e la debolezza degli adduttori dell’anca. Il trattamento iniziale comprende il ghiaccio, il paracetamolo o farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS) per ridurre l’infiammazione e il dolore. [] Inoltre, l’uso di un ortesi al ginocchio a breve termine è molto importante per ridurre il dolore. [,,] La riabilitazione di tali i pazienti include l’aumento dell’elasticità muscolare, dell’allungamento e della resistenza dei muscoli della zampa d’oca; tuttavia, tutta la catena cinetica deve essere presa in considerazione. [] L’uso della fonoforesi e della iontoforesi può essere adatto per il trattamento. [] Nei casi in cui i trattamenti conservativi falliscono o quando il dolore grave causa limitazioni funzionali, viene utilizzata l’iniezione di corticosteroidi locali. [,] Recentemente si è registrata una forte tendenza all’utilizzo della terapia ad onde d’urto extracorporee (ESWT) nelle patologie tendinee. Il tasso di successo della ESWT nel trattamento di epicondilite, fascite plantare, tendinite della cuffia dei rotatori, tendinite di Achille e in caso di ginocchio del saltatore è riferito al 60-80%. [] Poiché gli studi sul trattamento del PAB con ESWT sono molto limitati, gli autori dello studio hanno deciso di indagare l’effetto di questo metodo sulla riduzione del dolore nella PAB cronica in modo che se questo metodo si dimostrasse efficace, si potrebbe raccomandarlo come trattamento per la PAB.

Materiali e metodi:

Questo studio clinico è stato condotto nel 2013-2014 su pazienti con PAB riferiti a cliniche universitarie di medicina fisica. I pazienti con PAB cronica (durata del dolore superiore a 3 mesi), che erano refrattari ai trattamenti conservativi, sono stati suddivisi casualmente in due gruppi sperimentali di 20 membri (terapia ad onde d’urto extracorporee [ESWT] e placebo). I punteggi del dolore di tutti i pazienti sono stati misurati utilizzando la scala analogica visiva (VAS) e il questionario del dolore McGill (MPQ) (indici del dolore totali e presenti [TPI e PPI]) prima dell’intervento, immediatamente dopo l’intervento (terza settimana) e dopo 8 settimane . I punteggi del dolore sono stati poi confrontati e analizzati statisticamente.

Risultati:

Nel gruppo ESWT, il punteggio medio del dolore del paziente della VAS e del TPI in MPQ era significativamente inferiore rispetto al gruppo placebo immediatamente dopo l’intervento (terza settimana) e 8 settimane dopo la fine del trattamento. Inoltre, il PPI in entrambi i gruppi era significativamente diminuito nel tempo, sebbene nel gruppo ESWT questo decremento fosse significativamente più del gruppo ESWT fittizio.

Conclusione:

I risultati hanno mostrato che la terapia ad onde d’urto extracorporee potrebbe essere efficace nel ridurre il dolore e può essere applicata nel trattamento dell’infiammazione dei muscoli della zampa d’oca.

English Abstract

Full English Version PDF

Potrebbe interessarti:

  1. Il triangolo femorale (o triangolo di Scarpa)
  2. Posizione del dolore al ginocchio, nell’artrosi mediale del ginocchio: modelli e associazioni con sintomi clinici auto-riportati.
  3. Trattamento della cisti di Baker, utilizzando la cistectomia posteriore a cielo aperto e l’artroscopia nei casi recalcitranti.
  4. Home Page

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here