Effetti di un programma di riabilitazione nel dolore cronico della schiena.

510
INTRODUZIONE

La colonna vertebrale è un insieme di articolazioni instabili, che sono coinvolte in una varietà di movimenti, tra cui estensione, flessione, inclinazione e rotazione del tronco. A causa della sua struttura instabile, è coinvolta in molti problemi legati alle malattie ortopediche. Le ricerche precedenti hanno riferito che circa l’80% della popolazione mondiale ha lamentato un dolore alla schiena o ha avuto una storia di dolore alla schiena e circa il 20% di lamentele di dolore cronico basso (CLBP) si sono protratte per 6 mesi. Dal momento che le persone di età compresa tra i 30 e i 50 anni hanno un’alta prevalenza di CLBP, è anche diventando un problema socialmente ed economicamente significativo, e si verifica soprattutto nelle donne di età compresa dai 40 anni o più. Il LBP può essere classificato in acuto (meno di 3 mesi) e cronico (3 mesi o più) per la sua durata. In LBP, due dei tipi più frequenti di dolore sono il dolore spondilogeno, causato dalla colonna vertebrale e dalle sue strutture appendiche, e dal dolore neurogenico causato da problemi nei nervi che controllano il muscolo. Questi tipi di dolore sono causati dai muscoli paravertebrali e da altri tipi di muscoli che non riescono a fornire stabilità vertebrale, dai corpi vertebrali indeboliti, dai dischi o legamenti tra i corpi vertebrali o dallo squilibrio tra i muscoli estensori e i muscoli flessori. Quando si verifica uno squilibrio tra i muscoli addominali del tronco e tra gli estensori, si innesca il LBP e si riduce la stabilità dei segmenti lombari.

In generale, il LBP può essere trattato chirurgicamente o non chirurgicamente. Meno del 5% di tutti i casi richiede effettivamente la terapia chirurgica e l’applicazione della terapia non chirurgica da sola può ridurre il dolore e ripristinare le funzioni della colonna lombare. Negli anni ’80, la causa principale di LBP era ritenuta una debolezza dei muscoli che sostengono la colonna vertebrale; pertanto, l’applicazione di un programma di esercizio attivo di riabilitazione per migliorare la resistenza muscolare e fisica è stato considerato il trattamento gold standard ideale per i pazienti con CLBP. Tuttavia, dato che recenti studi hanno riferito che la stabilità dei segmenti vertebrali svolge un ruolo importante nei meccanismi che sottostanno al LBP, gli esercizi di riabilitazione basati sulla stabilità lombare o gli esercizi di stabilizzazione del core, che possono minimizzare l’instabilità dei segmenti vertebrali e eventualmente ridurre il LBP, sono attivamente usati per trattare LBP.

Caratteristicamente, tali esercizi di riabilitazione non solo rafforzano i muscoli intorno alla colonna vertebrale e al bacino, compreso l’addome, ma attivano anche la propriocezione quando il corpo fa movimenti dinamici. Sono anche considerati un elemento terapeutico che svolge un ruolo cruciale nella massimizzazione del coordinamento del corpo e della stabilità lombare tramite facilitazione inter-neuromuscolare. Tuttavia, Park e colleghi hanno riferito che l’uso di un programma di esercizi di stabilizzazione lombare semplice, concentrandosi sul rafforzamento dei muscoli locali isolati dei segmenti vertebrali, come metodo di esercizio di riabilitazione per i pazienti con CLBP, non faciliterebbe il LBP e ripristinerebbe le funzioni vertebrali.

Pertanto, può essere suggerita una forte correlazione tra i fattori di idoneità muscolare e l’attivazione neuromuscolare nella riduzione del LBP e nel conseguimento di un restauro funzionale. Renkawitz et al. riportarono una forte correlazione tra il ripristino della funzione muscolare nei muscoli globali e muscoli profondi del tronco e l’attivazione neuromuscolare nel trattamento del LBP. In altre parole, la complementazione di due tipi di terapia può ridurre il dolore, sostenere la mobilità delle articolazioni vertebrali e ripristinare le funzioni muscolari della colonna vertebrale. A questo proposito, l’esercizio di riabilitazione è molto importante per i pazienti con LBP. Cailliet ha riferito che l’esercizio di riabilitazione potrebbe svolgere un ruolo importante nel ripristino dei tessuti estendendo attivamente i tendini, i legamenti e le membrane articolari dei tessuti articolari per facilitare la circolazione del sangue e migliorare la forza muscolare e la flessibilità.Molti studi hanno condotto esercizi per migliorare ciascuna delle funzioni muscolari, o l’esercizio di stabilizzazione lombare per i pazienti con CLBP. Tuttavia, vi è stata poca ricerca sull’applicazione di esercizi di stabilizzazione lombare e un programma di fitness muscolare attivo in un tipo misto di esercizi di riabilitazione. Uno studio delle differenze fra gruppi in seguito all’applicazione di un complesso programma di riabilitazione per i maschi e le femmine sarebbe significativo per lo sviluppo di una terapia LBP universale e un efficace programma di esercizi di riabilitazione.

Questo studio ha lo scopo di determinare gli effetti di un programma di esercizi di riabilitazione che combina l’esercizio fisico muscolare e l’esercizio di stabilizzazione lombare sulla resistenza muscolare isometrica lombare (IMS) di entrambi i pazienti maschi e femmine con CLBP nei loro 30 anni, ovvero l’età che partecipa più attivamente alle attività socio-economiche della società.

ABSTRACT

[Scopo] 

Lo scopo di questo studio è stato quello di valutare gli effetti di un programma complesso di riabilitazione sul dolore cronico della colonna lombo-sacrale.
[Soggetti e metodi] 
La formazione riabilitativa complessa per la resistenza muscolare isometrica lombare è stata condotta per 12 settimane per i maschi (n = 10) e le femmine (n = 10) con dolore cronico della schiena.
[Risultati] 
La resistenza isometrica dell’estensione lombare è stata aumentata dopo il test e sono state riscontrate differenze significative tra i maschi e le femmine, con l’angolo MedX di 0, 48 e 60.
[Conclusione] 
Questo studio ha mostrato che un complesso programma di riabilitazione ha un effetto benefico sulla forza muscolare degli estensori lombare nei pazienti con dolore cronico della colonna lombo-sacrale.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here