Cefalea cronica di tipo tensivo: flessori del collo e dolore da pressione.

1013

SFONDO

Nei pazienti con cefalea cronica di tipo tensivo (CTTH) i cambiamenti nel dolore da pressione nella regione cervicale sono associati a sensibilizzazione periferica o centrale. Si ipotizza che un aumento della resistenza isometrica dei flessori del collo porterebbe ad una diminuzione del dolore da pressione nella cefalea cronica di tipo tensivo, come espressione di ridotta sensibilizzazione periferica o centrale.

OBIETTIVO

In questo studio gli autori hanno cercato di analizzare la correlazione tra il cambiamento della forza isometrica dei flessori del collo e il cambiamento nei punteggi del dolore pressorio (PPS) nei pazienti con cefalea cronica di tipo tensivo.

 

AMBIENTAZIONE

Centro sanitario primario.

METODI

Sono stati analizzati i dati di 145 pazienti con cefalea cronica di tipo tensivo sottoposti ad un programma di terapia manuale comprendente allenamento isometrico della forza dei flessori del collo a 8 e 26 settimane dopo il trattamento. I punteggi del dolore pressorio (PPS) sono stati misurati su una scala di valutazione numerica (punteggio da 0 a 10) a seguito dell’applicazione di uno stimolo di pressione di 3 kg/cm a 8 muscoli cervicali e suboccipitali. La forza isometrica dei flessori del collo è stata misurata in secondi.

RISULTATI

La forza isometrica dei flessori del collo è risultata significativamente diversa rispetto alla misurazione di base (media 30,0 secondi) e aumentata con una differenza media di 17,33 secondi (IC 95%: da 20,61 a 14,05) a 8 settimane e 19,18 secondi (IC 95% : 23.48 a 14.87) a 26 settimane. Analogamente, rispetto alla misurazione di base del PPS (31,6 punti, sd: 18,6), la differenza media nel PPS era significativamente diminuita a 8 e 26 settimane: -11,3 punti (IC 95%: da -8,77 a -13,83) e -11,15 punti (95% Da CI: -8,31 a -13,99). Esiste una correlazione negativa tra le variazioni di PPS e le variazioni della forza isometrica dei flessori del collo che è debole a 8 settimane (r = -0.243, P = 0,004) e moderata a 26 settimane (r = -0,318, P <0,000).

CONCLUSIONE:

La diminuzione della dolorabilità alla pressione si correla con l’aumento della forza isometrica dei muscoli flessori del collo in pazienti con cefalea cronica di tipo tensivo sia a breve che a lungo termine.

English Abstract

Potrebbe interessarti:

  1. Terapia erboristica cinese per la cefalea cronica di tipo tensivo.
  2. Individuare i pazienti con emicrania, eseguendo un test di provocazione dinamica del dolore sulla colonna cervicale superiore.
  3. Esercizi a casa per il dolore al collo: una revisione sistematica della letteratura.
  4. Ultimi articoli

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here