Efficacia della fisioterapia nei pazienti con mal di testa di tipo tensivo: revisione della letteratura

828

INTRODUZIONE

La tipologia e le caratteristiche del mal di testa di tipo tensivo (TTH) sono state incluse nel mal di testa primario dall’International Headache Society (IHS) nel 2004. I mal di testa di tipo tensivo più comuni sono la cefalea tensiva episodica (ETTH), che ha una frequenza inferiore a 15 giorni al mese e la cefalea di tipo tensivo cronica (CTTH), che ha una frequenza superiore a 15 giorni al mese. Quest’ultimo tipo si caratterizza anche per i suoi episodi di dolore che vanno dai 30 minuti ai 7 giorni. Per essere considerato cronico, il mal di testa deve soddisfare 2 o più delle seguenti caratteristiche:

  • posizione bilaterale,
  • pressione non pulsatile,
  • dolore lieve o moderato
  • non aumenta con l’attività fisica.

Anche il TTH costituisce un’area importante delle visite di assistenza primaria. A causa dell’efficacia ottenuta dalla terapia sintomatica, sia l’emicrania che il mal di testa da tensione sono spesso auto-trattati dai pazienti che ne soffrono. Sia la frequenza che l’intensità del dolore possono causare gravi disturbi al paziente. Inoltre, quando diventa cronico, si trasforma in un problema importante sia per il medico che per il paziente. La diagnosi di questa malattia viene effettuata esclusivamente sui dati clinici e non ci sono altri test diagnostici complementari per confermare il TTH, quindi spesso viene fatto escludendo altre malattie. I tassi di prevalenza variano dal 22,65% al ​​30% della popolazione e hanno ripercussioni sul lavoro, sui campi sociali, sulle attività di vita quotidiana e sulla qualità della vita. L’impatto sia umano che socio-economico è considerevole a causa della perdita di giornate lavorative o di giorni con ridotta efficienza lavorativa. Il TTH può anche influire sulla qualità della vita, compromettere i rapporti con familiari, amici e colleghi. Può anche comportare la cancellazione di attività familiari e sociali. In studi recenti condotti in Spagna, è stato dimostrato che il 31% delle persone che hanno sofferto di mal di testa erano disabilitanti durante l’episodio, mentre il 53% ha ridotto l’efficienza delle loro attività quotidiane. Per Lenssink et al., 2004, di tutti i tipi di mal di testa, il TTH è la forma più comune, costituendo un grave problema di salute con un grande impatto socioeconomico.

I mal di testa primari hanno un’alta incidenza e prevalenza nella popolazione generale. Emicrania e mal di testa di tipo tensivo sono i principali tipi di cefalee primarie. Non solo hanno trascendenza sociale e sanitaria, ma hanno anche una ripercussione importante nel sistema sanitario pubblico. A causa loro, una media elevata degli appuntamenti viene fatta a diversi professionisti della salute e porta a un gran numero di prescrizioni mediche che causano costi elevati.

Inoltre, i disturbi muscolari svolgono un ruolo importante nel mal di testa. Anche l’ETTH potrebbe diventare cronico a causa di questi disturbi. Infatti, è stato dimostrato che i trigger point del collo e della testa nei pazienti con TTH hanno punteggi più alti nell’intensità e nella frequenza del dolore rispetto a quelli sani. Buchgreitz et al., 2008, ritengono che la sensibilità centrale causata da lunghi periodi di dolore sofferente possa rendere cronico il processo.

Fernández et al., 2006, hanno valutato i trigger point dei muscoli pericranici e del collo (TRP) sia in pazienti con CTTH sia in soggetti sani. Hanno studiato i TrP bilaterali nei muscoli trapezio, sternocleidomastoideo e temporale. I soggetti con TTH con punti attivi hanno mostrato maggiore intensità e durata del mal di testa rispetto a quelli con punti latenti.

Serrano et al., 2007, hanno pubblicato uno studio in cui hanno dimostrato che la contrattura e lo stress della muscolatura pericranica ha un ruolo importante nella fisiopatologia della cefalea, che giustifica la presenza di ipersensibilità al dolore pericranico e diminuzione della soglia del dolore.

La terapia manuale è considerata uno dei principali trattamenti per il TTH. Si basa sul trattamento della disfunzione neuro-muscolo-scheletrica attraverso manipolazioni analitiche muscolari e articolari basate sul loro studio biomeccanico. Esiste un’ampia gamma di terapie manuali utilizzate in fisioterapia. Le caratteristiche del mal di testa devono essere studiate per ottenere una diagnosi accurata prima di applicare uno qualsiasi di questi trattamenti manuali.

Le recensioni che gli autori dello studio hanno trovato finora mostrano la non efficacia dei trattamenti, o includono sempre la manipolazione spinale. Tuttavia, ci sono studi recenti che includono tecniche di terapia manuale che non sono state studiate in precedenti revisioni. Pertanto, è necessario raccogliere studi recenti al fine di concentrarsi su tali trattamenti con qualità scientifica e incorporare e confrontare studi che includono sia la terapia manipolativa che articolare.

La novità di questa revisione sistematica in relazione ad altre recensioni è che si vuole trovare l’efficacia dei trattamenti applicati nei pazienti con mal di testa di tipo tensivo, non solo la manipolazione spinale ma anche altri trattamenti che includono la terapia manuale. Inoltre, nel presente studio si esaminano quali altri aspetti relativi al TTH sono stati valutati oltre la frequenza e l’intensità del dolore che sono gli aspetti più comuni.

 

Obiettivi

Lo scopo di questa revisione è stato quello di determinare l’efficacia della terapia fisica utilizzando la terapia manuale (MT) per il sollievo del TTH.

 

Fonti di dati – Selezione dello studio

E’ stata effettuata una revisione che identifica studi controllati randomizzati tramite ricerche su MEDLINE, PEDro, Cochrane e CINAHL (gennaio 2002 – aprile 2012). La selezione dello studio ha incluso studi in lingua inglese, con pazienti adulti e un numero di soggetti non inferiore a 11 anni, con diagnosi di cefalea episodica di tipo tensivo (ETTH) e cefalea cronica di tipo tensivo (CTTH). La ricerca iniziale è stata intrapresa con le parole Efficacia, Cefalea di tipo tensivo e Terapia manuale (39 studi). Inoltre, è stata condotta una ricerca che includeva termini relativi a trattamenti come fisioterapia, terapia fisica, manipolazione spinale (25 studi).

 

Risultati

Dalle due ricerche, 9 studi hanno soddisfatto i criteri di inclusione e sono stati analizzati risultati statisticamente significativi:

1) rilascio miofasciale, trazione cervicale, muscoli del collo, punti trigger nei muscoli cervicali del torace e allungamento;

2) Calore e massaggio superficiale, manipolazione del tessuto connettivo e mobilizzazione vertebrale secondo Cyriax;

3) manipolazione spinale cervicale o toracica e trazione manuale cervico-occipitale;

4) massaggio, rilassamento progressivo e stretching dolce, programma di esercizi attivi di spalle, collo e muscoli pericranici;

5) massaggio, tecniche di mobilizzazione ritmica passiva, correzione posturale cervicale, toracica e lombopelvica ed esercizi cranio-cervicali;

6) rilassamento muscolare progressivo combinato con tecniche di mobilizzazione articolare, funzionale, di energia muscolare e di strain-countestrain e trattamento osteopatico craniale;

7) massaggio focalizzato sull’alleviamento dell’attività del punto trigger miofasciale;

8) rilascio della pressione e tecniche ad energia muscolare nei muscoli suboccipitali;

9) combinazione di mobilizzazioni della colonna vertebrale cervicale e toracica, esercizi e correzione posturale.

Tutti gli studi hanno utilizzato una combinazione di tecniche diverse e nessuno ha analizzato i trattamenti separatamente. Inoltre tutti gli studi hanno valutato gli aspetti correlati al TTH oltre la frequenza e l’intensità del dolore.

 

Conclusioni

I risultati di questi studi hanno dimostrato che la fisioterapia con terapia manuale articolare, combinata con lo stiramento e il massaggio della muscolatura cervicale, è efficace per questa malattia in diversi aspetti correlati al mal di testa di tipo tensivo.

English Abstract

Full English Version PDF

Potrebbe interessarti:

  1. Gli effetti della trazione cervicale, dell’impulso ritmico cranico e dell’esercizio Mckenzie sul mal di testa e sulla rigidità dei muscoli cervicali nei pazienti con cefalea episodica di tipo tensivo.
  2. Terapia manuale e mal di testa: ragionamento clinico.
  3. Terapia erboristica cinese per la cefalea cronica di tipo tensivo.
  4. Ultimi articoli

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here