Esercizi in gravidanza

387

Introduzione

È ben noto nella letteratura che uno stile di vita attivo produce benefici per la salute, in particolare per la prevenzione delle malattie croniche degenerative. Per la maggior parte delle donne incinte, l’esercizio non è solo sicuro per la salute del feto, ma è anche associato a numerosi benefici per la salute materna, tra cui la prevenzione e il controllo del diabete gestazionale, il controllo dell’eccessivo aumento di peso, la riduzione dei disturbi lombari e gli effetti positivi sulla salute mentale e sulla qualità della vita della madre. Pertanto, l’esercizio regolare è raccomandato per tutte le donne sane in gravidanza. Coloro che erano attive prima della gravidanza e quelle che erano sedentarie ma vogliono iniziare un’attività durante la gravidanza possono praticare l’attività fisica, a condizione che si impegnino in attività di intensità moderata ed evitino quelle che presentano un rischio di caduta o un trauma addominale.

Il consenso sul fatto che l’attività fisica non sia dannosa per la gravidanza ed è importante per la salute e il benessere ha portato alcune donne a scegliere di rimanere attive durante la gravidanza. Tuttavia, la letteratura indica che la maggior parte delle donne in gravidanza non pratica alcuna forma di esercizio e tende a diminuire il proprio livello di attività fisica, comprese le attività domestiche e professionali. Le donne incinte riportano il disagio durante l’esercizio fisico, la paura di danni al feto, e una storia di trattamenti di aborto o infertilità come ragioni per ridurre l’attività fisica. Tra i fattori socio-demografici, il livello di istruzione e il reddito più basso, un numero maggiore di bambini a casa sono più frequentemente associati ad una ridotta attività fisica.

Studi in diverse popolazioni hanno prodotto risultati misti, a seconda del metodo utilizzato per valutare la prevalenza e l’intensità dell’esercizio. Tra le donne brasiliane in gravidanza, studi precedenti hanno trovato alti tassi di inattività fisica durante la gravidanza, che porta ad uno stile di vita completamente sedentaria nel terzo trimestre di gravidanza.

Il Brasile è un paese enorme, con grandi differenze regionali, disuguaglianze sociali e cambiamenti socioeconomici e demografici. Sebbene l’aspettativa di vita sia cresciuta più a lungo, è stata accompagnata da un aumento dei tassi di malattie croniche e obesità, anche tra le donne in età riproduttiva, che è la maggioranza della popolazione femminile. Considerando la priorità di aumentare i livelli di attività fisica nella popolazione generale, è necessario studiare lo stato effettivo dell’attività fisica in diversi gruppi e i fattori relativi alla sua pratica. Nel caso delle donne incinte, l’interesse è aumentato da questo momento particolarmente importante nella vita di una donna, che può avere effetti sulla sua salute in futuro.

Per lo più a studi basati sulla popolazione, esiste una correlazione tra l’uso di strumenti di misura oggettivi, come accelerometri e pedometri, e l’applicazione di questionari per valutare il livello di attività fisica.

Questo studio è stato finalizzato a valutare la prevalenza dell’attività fisica tra le donne incinte nella città di Campinas, nel sud-est del Brasile e per verificare quali caratteristiche sono legate all’esercizio fisico durante la gravidanza. Inoltre, sono stati valutati gli esiti materni e perinatali.

Obiettivo

Valutare i livelli di attività fisica delle donne in gravidanza e esaminare le caratteristiche associate alla pratica dell’esercizio e alle attività della vita quotidiana durante la gravidanza.

Metodi

Per questo studio trasversale, sono state reclutate 1.279 donne entro 72 ore dopo il parto. Sono state intervistate sui propri dati socio-demografici e sulla loro storia ostetrica e sono state sottoposte ad alcuni questionari di auto-segnalazione sull’esercizio fisico e sulle attività fisiche quotidiane durante la gravidanza. I dati sull’attuale gravidanza, sul travaglio, sul parto e sui risultati neonatali sono stati raccolti dalle cartelle cliniche dei partecipanti. Per analizzare i fattori relativi alla pratica dell’esercizio, gli autori dello studio hanno utilizzato il t-test dello studente, X² e odds ratio (OR), con un corrispondente intervallo di confidenza al 95% (IC), seguito da una regressione logistica multipla. Il livello di significatività era del 5%.

Risultati

Rispetto al periodo pre-gravidanza, la prevalenza dell’attività fisica tra i partecipanti era più bassa durante la gravidanza (20,1%). La metà delle donne ha interrotto la pratica dell’esercizio fisico a causa della gravidanza. La più bassa prevalenza di esercizio è stata osservata nel primo (13,6%) e nel terzo trimestre (13,4%). Meno della metà delle donne ha ricevuto una guida all’allenamento durante le riunioni di assistenza prenatale (47,4%). Camminare era l’esercizio più comunemente riportato, seguito da acquagym. I fattori associati positivamente alla pratica dell’esercizio erano il livello di istruzione più alto (OR = 1.82; IC 95% 1.28-2.60), primiparità (OR = 1.49; IC 95% 1.07-2.07), esercizio prima della gravidanza (OR = 6.45; IC 95% 4.64- 8.96) e una guida nell’esercizio durante l’assistenza prenatale (OR = 2,54; IC 95% 1,80-3,57). L’esercizio moderatamente intenso e le attività domestiche sono state segnalate più frequentemente tra le donne incinte. Non ci sono state differenze negli esiti materni e perinatali tra donne in gravidanza attive e sedentarie.

Conclusione

I risultati indicano che la promozione dell’attività fisica rimane una priorità nella politica di salute pubblica e che le donne in età fertile, in particolare quelle che pianificano una gravidanza, dovrebbero essere incoraggiate ad adottare un esercizio di routine o mantenere uno stile di vita attivo durante la gravidanza per evitare i rischi associati alla sedentarietà e all’obesità.

English Abstract

Full English Version PDF

Potrebbe interessarti:

  1. Donne con persistente dolore pelvico e alla lombo-sacrale: esercizi dopo la gravidanza.
  2. Agopuntura e gravidanza: trattamento standard per le donne in gravidanza con il mal di schiena (EASE Back).
  3. Esercizi per le donne con persistente dolore pelvico e lombalgia dopo la gravidanza.
  4. Ultimi Articoli

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here