Fattori patogenetici associati al morbo di Osgood-Schlatter in calciatori maschi adolescenti.

218

INTRODUZIONE

Il calcio è uno sport attualmente apprezzato in tutto il mondo e può essere giocato dall’infanzia fino all’età adulta. In quanto tale, il calcio è efficace nell’aumentare l’attività fisica di bambini e anziani. Tuttavia, i calciatori adolescenti soffrono di molti disturbi muscoloscheletrici derivanti da ripetuti stress biomeccanici. I bambini che sono attivi durante la crescita ossea possono sviluppare più siti di epifisite e molte lesioni sportive negli atleti adolescenti sono causate dalla fragilità architettonica dell’epifisi ossea, ad esempio, le lesioni dell’articolazione del gomito nei giocatori di baseball e le lesioni alle articolazioni del ginocchio nei calciatori.

Il morbo di Osgood-Schlatter (OSD), chiamata così dai medici che l’hanno descritta per la prima volta nel 1903, è un tipo di osteocondrosi. Il morbo di Osgood-Schlatter è l’apofisite da trazione risultante dalla contrazione ripetuta del muscolo quadricipite femorale nella tuberosità tibiale. L’inizio del morbo di Osgood-Schlatter è legato alle attività e alle prestazioni specifiche per lo sport come il calcio, il basket e la pallavolo. In particolare, il morbo di Osgood-Schlatter rappresenta la più alta incidenza di lesioni articolari del ginocchio nei calciatori maschi adolescenti. Fino ad oggi, i fattori patogeni che sono stati associati al morbo di Osgood-Schlatter negli atleti adolescenti includono l’aumento della tensione muscolare del quadricipite, mal allineamento della gamba e sviluppo di apofisite nella tuberosità tibiale. Tuttavia, questi rapporti si basano sui risultati di studi trasversali che indicano la funzione fisica e le caratteristiche di prestazione dopo l’insorgenza della malattia.

L’insorgenza della malattia di Sever, nota anche come apofisite calcaneale, si verifica in una fase evolutiva precedente rispetto all’OSD. Uno dei fattori di rischio dell’apofisite è l’aumento dell’attività; quindi, gli atleti adolescenti con malattia di Sever possono avere maggiori probabilità di sviluppare il morbo di Osgood-Schlatter. Per questo motivo, la conferma dell’esistenza della malattia di Sever può costituire un fattore di rischio per l’insorgenza del morbo di Osgood-Schlatter.

È stato riportato che l’entità del momento di estensione del ginocchio differisce tra la gamba di supporto e la gamba di spinta quando viene eseguito un tiro nel calcio. Lo spostamento all’indietro del centro di gravità (COG) durante il calcio aumenta il momento di estensione del ginocchio della gamba di supporto. Poiché i giocatori di calcio adolescenti cercano di usare la gamba destra e sinistra ugualmente durante il calcio, questo spostamento del COG e un maggiore momento di estensione della gamba di supporto può contribuire alla comparsa dell’OSD. Tuttavia, non è chiaro se un COG spostato all’indietro durante il calcio sia un fattore patogeno diretto nei calciatori adolescenti. L’obiettivo di questo studio è stato quello di esaminare i fattori patogenetici associati all’OSD in uno studio di coorte longitudinale valutando la funzione fisica, l’influenza della malattia di Sever e i risultati dell’analisi di calcio biomeccanico tridimensionale (3D).

Scopo

Per confermare questi fattori patogeni associati al morbo di Osgood-Schlatter in uno studio longitudinale per quanto riguarda la funzione fisica e le prestazioni.

Metodi

In questo studio, 37 ragazzi (età media, 10,2 ± 0,4 anni) sono stati reclutati da 2 squadre di calcio in una scuola elementare. Questo studio di coorte è stato condotto su un periodo di osservazione di 1 anno, con misurazioni registrate al basale, seguite da screening per il morbo di Osgood-Schlatter ogni 6 mesi. Le variabili valutate al basale includevano la funzione fisica (morfometria, flessibilità articolare e allineamento degli arti inferiori), presenza di malattia di Sever e movimento dei calci.

Risultati

I fattori patogeni associati all’OSD nella gamba di supporto dei calciatori adolescenti includevano l’altezza, il peso, l’indice di massa corporea, la tensione muscolare del quadricipite femorale nei piedi di appoggio e di supporto, la tenuta del muscolo gastrocnemio, la rigidità del muscolo soleo e l’arco longitudinale mediale nella gamba di supporto. Altri fattori includevano una diagnosi della malattia di Sever e la distanza dal malleolo laterale della fibula della gamba di supporto al centro di gravità durante il calcio.

Conclusione

L’insorgenza del morbo di Osgood-Schlatter è risultata influenzata da molti fattori, tra cui lo stadio di sviluppo, gli attributi fisici e l’apofisite preesistente. In particolare, una diagnosi di malattia di Sever e lo spostamento all’indietro del centro di gravità durante l’atto del calciare hanno aumentato il rischio di insorgenza successiva di OSD, suggerendo che questi fattori sono molto importanti come possibile focus per gli interventi.

English Abstract

Full English Version PDF

Potrebbe interessarti:

  1. Il dolore femoro-rotuleo.
  2. RM e Hamstring durante esercizi di rinforzo nei giocatori di calcio d’elite.
  3. Dolore all’inguine di origine sportiva e schemi di movimento.
  4. Ultimi Articoli

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here